Storie dalle nostre scuole internazionali

8 consigli per il ripasso: dalla disperazione alla liberazione

Adesso che inizia a sciogliersi la neve sotto dei leggeri raggi di sole che si fanno spazio tra le nuvole, la maggior parte di noi studenti sente l’incombere degli esami. Con le simulazioni d’esame fatte e superate, potresti avere la tentazione di rilassarti e goderti un po’ il sole prima di ricadere nel panico dopo pochi mesi. Ti meriti un po’ di riposo, è più che giusto, ma non rilassarti troppo, questa è solo la “calma prima della tempesta”. Non iniziare ad stressarti, adesso ti do subito dei consigli!

Stai attento in classe

Questo consiglio riguarda qualcosa che ho sempre fatto ma solo di recente ho scoperto che non lo fanno in tanti, nonostante sia davvero di aiuto nello studio. È anche semplice. Può sembrare banale, ma prestare attenzione in classe e prendere confidenza con tutti i materiali mentre studi può davvero fare la differenza. Questo include annotarti alcuni brevi pensieri che puoi avere mentre studi un capitolo, porre domande agli insegnanti oppure parlare apertamente in classe di quello che stai studiando. Fare questo rende la lezione più interessante e coinvolgente, eliminando l’elemento più noioso: l’apprendimento passivo. Stai solo attento a non farlo troppo e sembrare poi un saputello che interrompe la lezione, a nessuno piacciono le persone così.

Chiacchiera in classe

Immaginati questo: sei a lezione con i tuoi amici e l’insegnante sta scrivendo formule e disegnando schemi alla lavagna. Sono anche io uno studente e so che ogni tanto uno vorrebbe solo chiacchierare durante la lezione, ma anzichè esprimere al tuo vicino di banco quanto hai fame e che cosa vorresti mangiare, prova a parlargli di quello che stai imparando durante la lezione o di quello che ti viene in mente riguardo ai materiali del corso. Questo, in qualche modo, è connesso con il mio primo consiglio perchè ti aiuta a prendere confidenza con i libri. Voglio insistere particolarmente su questo punto perchè conoscere bene i tuoi materiali di studi può davvero diminuire anche il tuo livello di stress quando stai ripassando. Sarai facilitato nel ricordarti quello che è successo a lezione! Ti garantisco che questi sono dei life-saving tips per quando sei seduto nell’aula d’esame e ti stai sforzando di ricordare qualcosa di quello che hai studiato.

Pensa

Quando la lezione è finita assicurati di fare un riassunto mentale o di mettere a posto gli appunti e le conclusioni che hai tratto durante la lezione. Questo genere di pensieri ti può aiutare a creare una connessione con quello che stai studiando e farti venire un’idea per i tuoi saggi. Quando prendi appunti, prova a renderli il più colorati possibili per organizzare meglio il tutto e renderlo più piacevole da guardare. Se hai anche un’inclinazione artistica, potresti anche disegnare diagrammi e mappe per aiutarti a riprendere l’argomento in seguito.

Get in the Zone

Quando ripassi sui tuoi appunti o stai lavorando, fallo in un ambiente che ti consenta di entrare in your zone, ossia quello stato mentale in cui sei tranquillo e riesci a pensare e studiare in tutta tranquillità. Se non sai da che parte partire, prova prima i posti molto tranquilli come biblioteche o bar carini con tavoli e sedie comode. Ascolta i suoni della natura o la musica classica per portare la tua mente a concentrarsi meglio. Ordina un tè verde o qualcos’altro che possa favorire la tua concentrazione, per ognuno è diverso. Un’altra cosa: mentre studi, tieni sempre un foglio di carta vicino a te e scrivi le cose che ti sembrano più importanti per mantere attiva la tua mente.

Aiuta gli altri

Quando hai del tempo libero, puoi aiutare i tuoi amici più in difficoltà a studiare. Farlo, non è solo un bel gesto, ma può raddoppiare il tuo CAS (Creativity, Action, Service) se segui il programma IB o le tue ore di servizo se segui un programma del Duke of Edinburgh, inoltre ti aiuta a rinforzare ciò che già hai appreso. Spiegare un argomento agli altri può farti assumere la prospettiva anche di un altro studente, evidenziando problemi e domande che da solo non avevi notato.

Ascolta il tuo corpo

Oltre a studiare, dovresti anche prenderti cura della tua mente e del tuo corpo. Assicurati di dormire abbastanza, soprattutto durante la sessione degli esami dato che non vorrai addormentarti improvvisamente durante l’esame o avere un vuoto di memoria dovuto alla mancanza di sonno. Anche il tuo corpo deve stare bene, quindi vai in palestra regolarmente o a correre nei fine settimana. Se hai bisogno di motivazine, partecipa ad un club scolastico. Ma se non sei un tipo sportivo, puoi andare a fare una passeggiata al parco per prendere un po’ d’aria fresca oppure provare yoga. Un ottimo studente è colui che riesce a bilanciare i propri studi con la vita sociale, il sonno e la salute fisica. Online ci sono tantissime immagini che ti diranno che ne puoi scegliere solo due su tre, ma non è vero, se ti organizzi bene puoi riuscire in tutte e tre.

Vecchi appunti

Se non hai lavorato in maniera costante arriverà il momento in cui ti sentirai davvero nei guai. Non c’è nulla di più stressante che riguardare i vecchi appunti e capire che non ci si ricorda più nulla. Alcune persone non riescono a fare altro che rinunciare in partenza quando si trovano in questa sgradevole situazione, ma altre cercano di riprendere in mano le file del proprio studio per rimettersi in carreggiata. Usa i vecchi appunti come guida su alcuni specifici argomenti che non ti sono chiari dal libro, ma tieni presente che puoi anche chiedere aiuto agli insegnanti. Se sei troppo timido, però, puoi chiedere anche ai tuoi amici di aiutarti e spiegarti gli argomenti con cui hai meno dimestichezza. Non mollare mai!

Trattati bene

Alla fine della settimana, dopo tutto il tuo duro lavoro, assicurati di premiarti. Vai al cinema a guardare un film, leggi un buon libro, dedicati al tuo hobby, magari puoi anche giocare ai video giochi per un paio d’ore coi tuoi amici. Il consiglio qui è quello di non fare una vita da zombie che studia e basta! Aristotele diceva:

non fare mai una cosa troppo o troppo poco. Trova il tuo equilibrio e perseguilo, quello è il momento in cui potrai fiorire“.


Scritto da: Eugene Tan, studente malese al secondo anno di IB Diploma presso EF Academy Torbay

Condividi questo articolo