Storie dalle nostre scuole internazionali

Consigli per lo studio

Quando si tratta di studiare, non esiste un metodo giusto o sbagliato. C’è chi preferisce studiare la sera, chi la mattina presto, chi nel silenzio e chi quando c’è un qualche brusio di sottofondo. Ma, a prescindere dalle differenze individulai, è abbastanza comune la sensazione di “nausea” misto panico quando bisogna aprire per la prima volta un libro ed iniziare a studiare. Ecco perchè ho pensato a te e, attraverso questo breve articolo, cercherò di trasferirti le mie strategie ed il mio metodo di studio con una piccola guida pratica.

 

  1. Organizzati ed inizia a leggere

Il primo consiglio è di organizzarsi bene fin da subito. Prendi un calendario e segnati le date principali per esami, interrogazioni, verifiche e consegne di progetti vari. É importante appuntarsi tutto così da non essere mai colti da spiacevoli sorprese quali una verifica non prevista. Una volta che ti sei segnato le date principali, inizia a leggere attentamente l’indice del libro. Quanti capitoli sono? Quante pagine sono? Prova a dividerti i capitoli del libro in modo da riuscire a leggerlo tutto nell’arco di una o due settimane, magari iniziando già a sottolineare le sezioni più importanti.

  1. Riassumi e schematizza

Una volta finita la prima lettura, è il momento di iniziare a sintetizzare le informazioni e magari a farsi degli schemini riassuntivi. Essendo amante dell’ordine, io ho sempre preferito prendere un quadernino a parte dove poter scrivere tutti i miei appunti. Scrivere è uno dei modi migliori per memorizzare le informazioni, te lo consiglio! Ma se preferisci scrivere al computer o direttamente sul libro, puoi farlo liberamente in quanto va molto a preferenza personale.

  1. Ripeti ad alta voce

Siamo arrivati al terzo passaggio ed è qua che si fa la differenza! Fin’ora hai fatto tutto giusto, ma per fare il salto di qualità è importante aiutare il nostro cervello nel processo di elaborazione dei dati e delle informazioni. Bisogna quindi ripetere ad alta voce! Potrai apparire pazzo agli occhi di estranei, ma lo stai facendo per te stesso. Sentire la propria voce facilita la memorizzazione degli argomenti e ti aiuta a capire quanto effettivamente sei ferrato sull’argomento oggetto di studio.

  1. Racconta una storia

Mentre ripeti immagina di essere a teatro o a un comizio in cui devi dare un discorso! Devi riuscire a raccontare una storia, articolata, interessante ed avvincente. Non si tratta quindi del semplice “rigurgitare” le informazioni apprese dal libro, ma dell’elaborare il tutto e raccontarlo come fosse una novella. Per fare ciò, il mio consiglio è di provare a raccontare quello appreso a un’altra persona.

  1. Dormi

Siamo arrivati alla fine di questa breve guida pratica, ma ti voglio lasciare con forse una cosa che molti danno per scontato: cerca di dormire! Come il tuo corpo ha bisogno di risposare dopo una lunga giornata di fatiche, anche la tua mente necessita del medesimo quantitativo di riposo. In più, dormendo un numero sufficiente di ore e in maniera regolare, permetti al cervello di far sedimentare le informazioni apprese durante il giorno, in modo che vengano metabolizzate correttamente.

Condividi questo articolo