Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

Perchè il livello di conoscenza dell’inglese del tuo Paese è così importante

Perchè il livello di conoscenza dell’inglese del tuo Paese è così importante

La conoscenza dell’inglese non è importante solo perchè è il passpartout per la carriera e il biglietto per un futuro connesso e globale. Ma è anche rilevante a livello nazionale perchè può dirci molto sulla competitività economica e le prospettive future di un Paese.

Nella 11° edizione dell’Indice di Conoscenza della Lingua Inglese (EF EPI), abbiamo raccolto i risultati dei test sostenuti da oltre due milioni di partecipanti provenienti da 112 Paesi, classificando quindi le nazioni in base al livello di padronanza dell’inglese da molto alto a molto basso.

Di seguito i principali risultati emersi sul fronte italiano:

  • La conoscenza dell’inglese in Europa è sempre in costante ascesa, grazie anche al miglioramento delle competenze degli adulti più anziani.
  • Nel mondo, gli adulti sopra i 30 anni sono migliorati in modo significativo rispetto all’anno scorso e i quarantenni per la prima volta raggiungono il livello di competenza medio. Questo prova la capacità e l’impegno degli adulti nel migliorare le proprie competenze linguistiche nel corso della loro carriera.
  • In media, la maggior parte dei settori merceologici non ha una conoscenza dell’inglese sufficiente per operare in modo ottimale (almeno di livello medio). Istruzione, Pubblica Amministrazione e Sanità rimangono in fondo alla classifica dei settori.
  • Per la prima volta, gli uomini superano le donne nella padronanza dell’inglese.
  • L’Italia scende al 35° posto della classifica, ultima della UE
  • Il Friuli-Venezia Giulia si riconferma la regione con l’inglese migliore, seguita da Veneto ed Emilia-Romagna.
  • Tutte le regioni italiane, tranne la Calabria, hanno migliorato il proprio livello linguistico: 11 hanno un livello di competenza buono e 9 una competenza media.
  • Padova è la città in Italia dove si parla meglio inglese, seguita da Bologna e Milano

I risultati confermano inoltre la correlazione tra il livello di conoscenza dell’inglese e fattori come stipendi più alti, maggiore connettività e innovazione, aspetti che devono diventare utili spunti di riflessione e discussione per i legislatori e i responsabili della formazione pubblica e privata.

A livello individuale, sono emersi anche i seguenti risultati:

  • I giovani nella fascia 26-30 anni parlano inglese meglio di tutti gli altri segmenti demografici, seguono i ragazzi tra i 21 e i 25 anni che conquistano il secondo posto. Entrambi questi dati riflettono la crescente importanza della lingua inglese in una serie di situazioni che i giovani si trovano ad affrontare, dall’utilizzo dell’inglese a livello universitario alla disponibilità della pratica dell’inglese sul posto di lavoro.
  • Gli uomini stanno raggiungendo le donne in termini di livello medio di inglese, migliorando il loro punteggio rispetto all’anno scorso
  • I manager parlano un inglese migliore rispetto al personale di livello impiegatizio o ai dirigenti di alto livello (che sono spesso più anziani), evidenziando la necessità di tenere alta la conoscenza dell’inglese ad ogni livello dell’organico, se si vuole sosteneree lo sviluppo professionale dei dipendenti nonchè le prospettive di crescita aziendale.

Sebbene il risultato dell’EF EPI può non raccontare l’intera storia di un Paese, ne esprime però una parte importante: alti livelli di conoscenza dell’inglese sono parte di un futuro prosperoso, connesso e sano, in qualunque parte del mondo.

Il rapporto completo EF EPI con la classifica 2021 e le schede informative sono disponibili su www.ef-italia.it/epi/

E tu, come te la cavi in inglese?Testa il tuo inglese

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Lingue