GO Blog | EF Blog Italia
Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
MenuCatalogo Gratis

Riuscirà l’Italia a conquistare il suo quinto mondiale?

Riuscirà l’Italia a conquistare il suo quinto mondiale?

Continua la serie degli articoli dedicati ai Mondiali di calcio. Dopo la Germania, ecco la nostra squadra più amata: l’Italia.

Se non lo ricordate la nazionale azzurra è la squadra che, dopo il Brasile, ha vinto in assoluto più mondiali. Siamo infatti stati campioni del mondo per ben 4 volte, davanti a Germania, 3, e Argentina e Uruguay, 2. Mentre ad oggi la squadra regina è il Brasile, con 5 vittorie (che speriamo non diventino 6!).

L’Italia è salita sul podio nel 1934, 1938, 1982 e 2006, mentre è arrivata in finale altre due volte, nel 1970 e nel 1994.

E allora: FORZA AZZURRI! Ci auguriamo di raggiungere presto il Brasile in vetta alla classifica, conquistando il nostro quinto mondiale. Le premesse non mancano…

1. I NOSTRI CAMPIONI PIU’ RAPPRESENTATIVI

Una cosa è certa, guardandoli dall’esterno, oltre ad essere dei campioni del calcio, i giocatori italiani hanno stile: sono abbronzati, sfoggiano sempre occhiali da sole e taglio di capelli alla moda. Tra i 21 convocati dal CT Prandelli, ricordiamo:

Andrea Pirlo, Ruolo: Centrocampista, Squadra: Juventus. Curiosità: Fino a qualche tempo fa, ogni volta che segnava, esultava baciando la sua fede, ma ora che si è separato dalla moglie, dovrà cambiare. Per sapere in che modo, speriamo che faccia presto un altro gol! 🙂

Claudio Marchisio, Ruolo: Centrocampista, Squadra: Juventus. Curiosità: E’ soprannominato “principino”, perchè pare sia sempre elegante e composto.

Gigi Buffon****, Ruolo: Portiere, Squadra: Juventus. Curiosità: E’ al suo quinto mondiale. Anche lui è fresco di separazione, ma dice di volere ex moglie e figli al suo fianco durante i mondiali. Visto che si è infortunato, dobbiamo aspettare la partita dell’Uruguay per vedere se in tribuna ci sarà lei o la nuova fiamma!

Mario Balotelli****, Ruolo: Attaccante, Squadra: Milan. Curiosità: Il Time gli ha dedicato una copertina. E’ un pò matto e i suoi colpi di testa (non calcistici) sono innumerevoli, ma è un vero campione e i tifosi gli perdonano tutto.

Daniele De Rossi****, Ruolo: Centrocampista, Squadra: Roma. Curiosità: Per anni ha giocato con una maglia a manica lunga sotto quella della squadra a manica corta. Per scaramanzia o per nascondere uno dei suoi tantissimi tatuaggi?

2.“IL PRETE”

Cesare Prandelli è subentrato a Marcello Lippi nel 2010 e da allora la sua popolarità non ha fatto che crescere! Tutta l’Italia si è stretta intorno a lui quando nel 2007 ha affrontato con molta dignità la morte prematura dell’adorata moglie. Soprannominato “Il Prete” per via del suo codice etico molto rigoroso, in passato si è rifiutato di convocare nella Nazionale giocatori del calibro di Balotelli, De Rossi e Destro, perchè non avevano rispettato le regole di comportamento dentro e fuori dal campo, da lui stesso introdotte all’inizo del suo mandato. Prandelli ha inoltre esortato i suoi giocatori ad essere più umili nei confronti dei propri fan ed essendo molto religioso, ha invitato un sacerdote ad assistere la squadra durante la preparazione dei mondiali nel Centro Tecnico di Coverciano.

3. IL VOCABOLARIO INGLESE DEL CALCIO

I giocatori di nazionalità diverse e gli arbitri parlano tra loro in inglese: ecco quindi alcuni termini inglesi, fondamentali nel calcio.

Offside – Fuori gioco

Midfield – Centrocampo

Striker – Attaccante

Defender – Difensore

Captain – Capitano

Referee – Arbitro

Penalty shoot-out – Calcio di rigore

Extra time – Tempo supplementare

Free kick – Calcio di punizione

Corner kick – Calcio d’angolo

4. ITALIANI SEMPRE BUONGUSTAI

Come sempre anche i Mondiali di quest’anno sono un occasione per trovarsi a casa di amici e guardare le partite mangiando in compagnia: pasta fredda, insalatone, stuzzichini di ogni genere o anche semplicemente una pizza da asporto. Ma sono tanti anche i maxi-schermi allestiti da ristoranti e bar, per seguire le partite, magari davanti ad una specialità di alta cucina o un cocktail di ispirazione brasiliana come la caipirinha. Quindi, al di là degli orari difficili di alcune partite, per noi italiani il Mondiale sarà un’altra occasione per divertirsi e trascorrere una serata estiva ricca di emozioni, assaporando del buon cibo e sperando di finire in dolcezza… e non solo grazie al dessert!

5. I CORI “AZZURRI”

Po_-popopo-popo-po”:_ E’ un rifacimento del brano “Seven Nation Army” degli White Stripes, diventato coro-tormentone per le gesta della nazionale italiana durante i Mondiali del 2006 in Germania.

Fratelli d’Italia, l’Italia s’è desta, Dell’elmo di Scipio, S’è cinta la testa,...“: La canzone di libertà ed indipenza scritta da Goffredo Mameli nel 1847 con il titolo “Canto degli Italiani” è diventato il nostro inno nazionale solo nel 1946.

I-ta-lia, I-ta-lia, I-ta-lia…”: Il semplice mantra di tutti noi tifosi.

Per altri cori, potete dare un’occhiata alla nostra campagna #languageoffootball

6. …SPERIAMO DI POTER FESTEGGIARE COME SEMPRE A SUON DI CLACSON

Speriamo davvero di trovarci tutti in strada per il classico carosello di auto a suon di clackson e a cantare e ballare fino all’alba nei centri storici colorati di azzurro e di verde-bianco-rosso della nostra amata bandiera.

Image by Steve lyon Flickr / Creative Commons

Ricevi le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura nella newsletter GOIscriviti