Inglese e società

Il livello di conoscenza dell'inglese tra gli adulti è un forte indicatore dell'apertura di una società. Laddove gli adulti hanno imparato a parlare inglese, esiste in generale anche più mobilità a livello internazionale, più impegno a livello politico e una visione più progressista dei ruoli di genere. Ciò non vuol dire che ci sia un puro rapporto di causa-effetto. Sembra invece probabile che le stesse forze che spingono le persone ad adottare l'inglese come strumento globale di comunicazione aumentino anche l'apertura e riducano la disparità.

Equilibrio di potere

Il livello di conoscenza dell'inglese tra gli adulti è correlato all'Indice di distanza dal potere (PDI) di Hofstede, che calcola la misura in cui i membri meno potenti di un'organizzazione accettano che il potere venga distribuito in modo non equo. L'indice registra le percezioni sulla disparità negli ambienti professionali e nelle strutture familiari. Un punteggio più alto nel PDI è tipico dei sistemi rigidi e gerarchici, in cui i subalterni e i giovani devono obbedire agli ordini provenienti dall'alto. In queste società, elevati livelli di disparità sono la norma, così come la minore conoscenza dell'inglese. All'estremo opposto, troviamo Paesi in cui prosperano organizzazioni aziendali più piatte, la tolleranza della disparità è bassa e le idee sono apprezzate, indipendentemente dall'età o dall'anzianità di servizio di una persona. In questi Paesi, il livello di conoscenza dell'inglese tende a essere più elevato.

Guardare all'esterno piuttosto che all'interno

Nonostante l'inglese non indebolisca direttamente la gerarchia, può contribuire ad ampliare gli orizzonti di una società. La richiesta di apprendimento della lingua inglese non è mai stata più elevata e non ha senso imparare l'inglese se non si intende comunicare e viaggiare oltre i confini. Con il movimento arriva la libertà di osservare come funziona il resto del mondo. Si può notare una correlazione molto forte tra la connessione globale di un Paese e il suo livello di conoscenza dell'inglese, così come esistono forti correlazioni tra la conoscenza dell'inglese e indici di democrazia, libertà civili e diritti politici. Dopo il contatto con il mondo esterno, le persone spesso sollevano domande sulle proprie società, si impegnano più profondamente nelle questioni globali e, in molti casi, fanno pressione per un cambiamento. Esiste una correlazione molto forte tra il livello di conoscenza dell'inglese e il Good Country Index (grafico E), una misura composita di quanto attualmente un Paese contribuisca all'umanità nel suo insieme, mettendo da parte la propria storia.

L'Altra Metà del cielo

Nel 21° secolo, le donne costituiscono una parte essenziale di qualsiasi forza lavoro qualificata. Nella maggior parte dei Paesi, sia ricchi che in via di sviluppo, le donne sono più istruite degli uomini. Tuttavia, le loro opportunità nel lavoro sono limitate da divari salariali, squilibri strutturali e aspettative culturali secondo cui esse svolgeranno più della loro quota di lavoro non retribuito in casa. Affrontando in modo sistematico questi squilibri, tutti i Paesi hanno molto da guadagnare.

Nelle società con ruoli di genere più progressivi, l'inglese viene parlato meglio. Il Rapporto sul divario di genere globale del World Economic Forum misura lo spazio dedicato alle donne rispetto agli uomini in termini di partecipazione economica, livello di istruzione, emancipazione politica e salute. L'EF EPI è strettamente correlato a questo indice (grafico F). Ancora una volta, non si tratta di una semplice relazione di causa ed effetto. Parlare inglese non migliora in modo diretto i diritti delle donne. Piuttosto, le società che valorizzano l'uguaglianza di genere tendono a essere più ricche, più aperte e più orientate alla mentalità internazionale, e questi sono anche i luoghi in cui il livello di inglese è migliore.

Grafico E: Inglese e impegno internazionale

Good Country Index (inverso) Punteggio EF EPI Fonte: Anholt, 2018

Grafico F: Inglese e parità di genere

Indice del divario di genere globale Punteggio EF EPI Fonte: World Economic Forum, 2018

Parlare al mondo

Le persone che parlano inglese sono in grado di interagire con il mondo oltre i propri confini. Esiste una correlazione positiva tra il livello di conoscenza medio dell'inglese di un Paese e la sua connessione globale.

Punteggio EF EPI Fonte: Global Connectedness Index, 2018