CONDIVIDI

INGLESE E INNOVAZIONE

Una sfida comune per le multinazionali è la creazione di una forte coesione all’interno di forze lavoro culturalmente variegate. L’inglese fa da ponte che unisce gli impiegati di diversi paesi e culture, tessendo reti che promuovono l’innovazione.

Il settore dell’informatica dipende dalla comunicazione internazionale. Secondo un sondaggio del 2014 effettuato dall’Istituto di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, i primi cinque linguaggi di programmazione al mondo sono tutti basati sull’inglese. Due di questi, Python e Ruby, sono stati creati da persone non di madrelingua inglese. I Paesi con una migliore padronanza dell’inglese sono anche più forti nella produzione di esportazione di prodotti di alta tecnologia in settori con alti livelli di ricerca e sviluppo (R&S) come industria aerospaziale, informatica, farmaceutica, scientifica ed elettrica.

INGLESE E ESPORTAZIONE DI PRODOTTI ALTAMENTE TECNOLOGICI

L’inglese è anche strumentale alla scienza e alla tecnologia a livello nazionale. I Paesi con una migliore padronanza dell’inglese hanno più ricercatori e tecnici impegnati in R&S pro capite e anche una maggiore spesa devoluta ad attività di ricerca e sviluppo. La capacità di imparare dalle ricerche altrui, partecipare a conferenze e pubblicazioni internazionali e collaborare in ricerche internazionali richiedono tutte un eccellente livello di inglese.

I ricercatori americani sono quelli che pubblicano di gran lunga il maggior numero di ricerche all’anno e il Regno Unito si posiziona terzo per quantità di pubblicazioni dopo la Cina. Tuttavia, malgrado l'elevato volume di pubblicazioni, la ricerca cinese attira solo il 4% delle citazioni nelle pubblicazioni scientifiche contro il 30% delle ricerche americane e l’8% di quelle britanniche. Ciò dimostra che la ricerca cinese è meno integrata nell’economia globale del sapere.

Le nazioni con una bassa padronanza dell’inglese mostrano anche dei livelli particolarmente bassi di collaborazioni per la ricerca. Nel 2011 solo il 15% delle ricerche scientifiche pubblicate in Cina citavano collaboratori internazionali, contro il 50% in Belgio, Danimarca e Svezia. Questa incapacità di accedere alle ricerche pubblicate da altri e di contribuire all’innovazione internazionale è una sfida significativa per gli stati che mancano di competenze d'inglese, anche tra professionisti altamente qualificati.

INGLESE E NUMERO DI RICERCATORI
INGLESE E NUMERO DI TECNICI
INGLESE E SPESA PER L'INNOVAZIONE