Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

4 pratici consigli per viaggiatori con mobilità ridotta

4 pratici consigli per viaggiatori con mobilità ridotta

Viaggiare è una delle esperienze più stimolanti che una persona possa fare. Spezza la routine, fa scoprire nuovi sapori e, generalmente, apre gli occhi a nuove prospettive. Tutti dovrebbero avere la possibilità di viaggiare. Indipendentemente dal contesto o dallo status di vita, chiunque dovrebbe essere in grado di viaggiare e di espandere i propri orizzonti come meglio crede.

Ecco perché oggi vorrei condividere alcuni suggerimenti per i viaggiatori con mobilità ridotta:

1. Pianifica bene la tua destinazione

Nonostante le persone siano spesso in grado di fare molto di più di quanto si creda, non c’è motivo di costringersi a un’esperienza estenuante che crea solamente disagio. Quindi, mentre selezioni una destinazione, trovane una che abbia tutto ciò di cui hai bisogno.

Hai sempre sognato di trascorrere qualche settimana in Francia? Sarai felice di sapere che Nizza e persino Parigi sono città abbastanza accomodanti per le persone con tutti i livelli di mobilità. Un buon numero di aziende hanno progettato attentamente i loro campus con tutte le attrezzature necessarie (compreso il nostro campus se sei interessato a imparare il francese in Francia).

Che ne dici di un viaggio nel Regno Unito? Eastbourne e Oxford sono noti per i loro centri cittadini a misura di pedoni che possono essere facilmente attraversati da persone di ogni ceto sociale. Puoi trovare strutture che hanno reso la sicurezza e la facilità di accesso una priorità, come gli edifici accessibili alle persone sulle sedie a rotelle, oppure gli ascensori accessibili a tutti (anche in questo caso se sei interessato a studiare nel regno Unito abbiamo un campus che fa per te.)

Per coloro che sono interessati ad esplorare una destinazione più esotica sempre in lingua inglese, Malta è un’opzione fantastica (è soleggiata tutto l’anno).

Se invece sei interessato a scoprire la Germania (e magari studiare tedesco mentre sei lì), considera Monaco. È un posto tranquillo e idilliaco con un sacco di verde, attrazioni culturali e cibo gustoso accessibile a tutti.

2. Consulta tutte le risorse

Al giorno d’oggi i viaggi diventano sempre più accessibili, così è sempre più facile trovare solide risorse per pianificarne uno. Grazie a blog, siti Web e guide sull’argomento, non è mai stato così facile trovare qualcuno che condivida esperienze e prospettive di viaggio. Approfitta di alcune risorse fantastiche come:

  • Wheelchairtraveling.com – Questo sito Web offre consigli, informazioni e storie da viaggiatori con mobilità limitata. Ci sono anche articoli utili su destinazioni specifiche come Monaco e Tokyo.
  • Tourism for All – Una grande risorsa per chi viaggia nel Regno Unito. Questo sito ti offre un utile elenco di aziende e servizi che rendono l’esplorazione più facile che mai.
  • Lonely Planet Thorn Tree Forum – E, naturalmente, la guida turistica preferita di tutti, Lonely Planet ha molte risorse per i viaggiatori con disabilità. Uno dei posti migliori per ottenere informazioni è il forum Thorn Tree.

3. Chiama in anticipo

Quando pianifichi il tuo viaggio, assicurati di chiamare in anticipo le varie strutture per saperne di più su ciò che offrono per ogni tua necessità. Tutti i principali aeroporti sono noti per i loro servizi che aiutano i viaggiatori con disabilità e mobilità ridotta a viaggiare ovunque. In molti aeroporti addirittura ci sono addetti che portano i passeggeri fin sull’aereo, direttamente ai loro posti, in modo che non debbano attendere in fila.

Quando atterri in aeroporto, puoi prenotare un taxi o una navetta per farti venire a prendere e per farti portare direttamente a destinazione. Quando utilizzo questo servizio per i miei genitori (entrambi anziani con mobilità ridotta) scherziamo sempre sul fatto che ci sentiamo coccolati come delle celebrità. Ci sono anche servizi porta a porta se hai bagagli pesanti, praticamente con zero tempo di attesa. Questo è un grande vantaggio per tutti!

4. Non aver paura

La cosa più importante da ricordare può essere riassunta in tre parole: non aver paura. Certo, ogni viaggio ha i suoi rischi, ma quelli esistono per tutti e dal momento che il turismo continua a evolversi in qualcosa di più accessibile in tutto il mondo, esistono sempre più opportunità per soddisfare i bisogni unici di ognuno.

Tutti hanno il diritto di viaggiare e ci sono sempre più aziende che hanno come obiettivo quello di dare un’offerta di esperienze che si adatti a tutti. Quindi, parti e vai in viaggio! Non te ne pentirai!

Viaggia con EFMaggiori dettagli

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Viaggi