Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

Zaino in spalla vs. corso di lingua all’estero: come trascorrere il Gap Year?

Zaino in spalla vs. corso di lingua all’estero: come trascorrere il Gap Year?

Viaggiare è una delle cose più belle da fare nella vita. Ti apre gli occhi verso nuove culture, ti espone a nuove fantastiche città e paesaggi e ti fa conoscere persone interessanti – in più, scopri anche un sacco di cose su te stesso. Sia viaggiare con lo zaino in spalla sia studiare una lingua all’estero sono dei fantastici modi per scoprire il mondo, quindi come fare a decidere qual è quello che fa per te? Fortunatamente, siamo qui ad aiutarti. Considera questa la tua lista personale dei pro e dei contro per aiutarti a capire come trascorrere il Gap Year prima, durante o dopo l’università.

Scoprire nuovi posti

Viaggiare con lo zaino in spalla, portandoti dietro tutto quello di cui hai bisogno per un’avventura e niente di più sulla tua schiena, significa che sei libero di girovagare senza limiti. Quando è così facile prendere le proprie cose e muoversi, non c’è motivo per restare in un posto più tempo di quanto la tua capacità di attenzione non possa sopportare. È il modo più facile per pianificare un viaggio pieno di avventure, alla scoperta di nuove città – e Paesi. Senza nessun obbligo o legame che ti bloccano in un solo posto, la prossima destinazione la scegli soltanto tu. Se sei alla ricerca di un po’ di città da eliminare dalla tua lista dei desideri, viaggiare con lo zaino in spalla è sicuramente il modo migliore.

Studiare una lingua all’estero, con lezioni da frequentare e una famiglia ospitante da cui tornare, ti lega ad una città. Mentre le tue abilità linguistiche e la conoscenza della nuova città migliorano, ti sentirai sempre più come una persona del posto. Avrai il tuo bar preferito, amici con cui trascorrere il tempo e una buona comprensione della nuova cultura. Ti dirò di più, la nuova città e la famiglia ospitante diventeranno una sorta di casa lontano da casa, ma questo non significa per forza che sei bloccato lì. Tra tutti i weekend e le gite, potrai esplorare i dintorni della città e la sua natura. Se studi una nuova lingua in Europa, potrai addirittura esplorare nuovi Paesi con solo un paio di ore di treno.

Conoscere nuove persone

I backpacker sono una tra le comunità più socievoli e accoglienti, sempre pronti a condividere le loro storie e i loro suggerimenti su dove sono stati e dove andranno. Con il fatto che si muovono tutti in direzioni diverse, è facile incontrare un grande numero di persone durante il tuo viaggio, specialmente se scegli di pernottare negli ostelli, e ci sarà sempre qualcuno disposto ad uscire a cena o ad unirsi a te in qualsiasi escursione o viaggio che hai in programma.

Quando si tratta di studiare all’estero, i tuoi compagni di classe diventano una seconda famiglia. Niente al mondo crea un forte legame quanto il muoversi lontani da casa, esplorare una nuova città e intraprendere la sfida di imparare una nuova lingua insieme. Se paragonati ai viaggi con lo zaino in spalla, gli amici che incontrerai studiando all’estero rimarrano con te per tutta la vita. E non parliamo solo dei compagni di classe: trascorrendo il tuo tempo in una sola città, incontrerai tante persone del posto che ti mostreranno i posti più nascosti della città e ti aiuteranno ad espandere il tuo network internazionale. In generale, se sei interessato ad una connessione più profonda con i compagni di classe e le persone del posto, allora studiare all’estero è quello che fa per te.

Acquisire competenze interpersonali

Sia come backpacker sia come studente, di sicuro tornerai dal tuo periodo trascorso all’estero con un nuovo set di competenze interpersonali. In entrambi i casi infatti, avrai sperimentato un ambiente eccitante dove era necessario imparare rapidamente come comunicare con nuove persone, muoversi in una nuova cultura e crearti una nuova vita all’estero. Sei tu al comando della tua vita e la tua indipendenza è ai massimi livelli. Gestendoti autonomamente il tempo, i trasporti, gli studi e la vita sociale, tornerai a casa sentendoti più sicuro delle tue capacità. Il bonus extra di un’esperienza di questo tipo inoltre è quello di imparare le lingue: acquisirai l’incredibile abilità di parlare un’altra lingua e conversare con una comunità di persone nella loro lingua madre – qualcosa che sicuramente impressionerà i tuoi futuri datori di lavoro e i responsabili delle ammissioni alle università.

Ma, a prescindere dalle tue prospettive professionali future, è importante scegliere se il modo in cui decidi ci trascorrere il tuo Gap Year è quello che vuoi davvero dal tuo periodo all’estero. Vuoi completare la tua lista dei desideri, vedere un sacco di nuove città e conoscere tantissime persone? Oppure vuoi imparare una nuova lingua, stringere amicizie che dureranno una vita e vivere insieme alle persone del posto in una città che conosci a fondo? Qualunque opzione tu scelga, viaggerai e, come dicevo all’inizio, questa è davvero una delle cose migliori che potrai mai fare.

Fai un Gap Year con EFMaggiori informazioni

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Vita da studente