Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

10 Motivi per amare Barcellona

10

Alzi la mano chi è pazzo di Barcellona (tutti gli altri lo saranno presto, una volta arrivati nella città catalana). Su questa nostra magica Terra ci sono città che hanno “quel qualcosa in più” e Barcellona è sicuramente tra queste. Ecco 10 motivi per cui amerai Barcellona tanto quanto noi.

1. Mare e Monti

Toccata dal Mediterraneo e racchiusa tra montagne raggiungibili con un breve viaggio in auto, a Barcellona ti potrai divertire sia in spiaggia che sulle piste. Scegli tra le vette di Montserrat, nella catena catalana, e i lidi attorno a Cadaqués, per una gita super instagrammabile.

2. Il quartiere gotico

“Sono così stanco di esplorare la zona gotica di Barcellona”: è la frase che nessuno, nella storia, ha mai detto. Regala ai tuoi occhi un pomeriggio in giro per il Barri Gòtic, lasciandoti trasportare dal tuo istinto attraverso le strade intricate che si aprono inaspettatamente su piazze e ti invitano a fare un salto in negozietti nascosti. Qui si trova anche l’imponente cattedrale della città, la cui costruzione iniziò nel 1298.

3. Arte di strada

Storico e provocatorio a Barcellona si tengono armoniosamente per mano, ​​e niente lo esprime meglio della street art della città. Su porte, muri e angoli segreti, l’arte di strada della città esplode in storie colorate ed emozionanti quando meno te lo aspetti. Vai alla ricerca della tua opera preferita nei quartieri Gotico, Poblenou ed El Raval.

4. I quartieri

Ogni quartiere di Barcellona merita una standing ovation. Sono colorati, grintosi, rumorosi, ma anche eleganti: semplicemente meravigliosi. Troverai audacia e carattere a El Raval, grandi viali e architetture nell’Eixample, vivacità bohémien a Gràcia e un’impressionante recente trasformazione del Poblenou, un’area industriale, in una centrale elettrica senza auto per giovani aziende ad alta dose di design e tecnologia. Questo per citarne solo quattro su 70 barris diversi!

5. Niente Corrida

La Plaza de Toros Monumental, l’ultima attiva in Catalogna, è stata chiusa definitivamente nel 2014 e attualmente ospita il Museo della Corrida. Tuttavia, questa non è la sua unica funzione. L’anello in stile Art Nouveau viene utilizzato come spazio per eventi, ospitando truck di cibo e concerti di musica dal vivo. Curiosità: la Monumental ha ospitato nomi come i Beatles, i Dire Straits, Tina Turner, Bob Marley e i Rolling Stones.

6. Gaudí

Il genio di Antoni Gaudí anima Barcellona. Ciò che questo visionario artista del XIX secolo ha lasciato alla città è ancora più affascinante oggi, data la sua prematura scomparsa quasi cento anni fa. Il suo capolavoro, la Sagrada Familia, è notoriamente ancora in costruzione e dovrebbe essere completato nel 2026. Prosegui il tuo tour sulle tracce di Gaudí visitando Casa Battló, Casa Milá, Casa Vicens, Parc Güell, Palau Güell e le panchine in mosaico in stile “trencadís” di Boulevard Passeig de Gracia.

7. Il Barça

Se sei a Barcellona, ti è vietato non fare il tifo per il Barça, una delle migliori squadre di calcio al mondo. Lo spirito calcistico anima la città, ​​soprattutto quando è in programma una partita importante contro igli avversari di Madrid. Visita il Camp Nou per ammirare il barça che gioca contro i pezzi forti degli altri campionati europei. Sai per chi tifare, vero?

8. Il cibo

Dimentica sangria e tapas. Certo, a Barcellona ne troverai in abbondanza, ​​ma ci sono tanti altri piatti catalani da provare prima! Assaggia il calçcots (un particolare tipo di cipollotto, grigliato alla brace e immerso in una salsa speciale), l’escudella (uno stufato di carne e verdure), botifarra amb mongetes (salsiccia di maiale servita con fagioli bianchi), esqueixada (insalata di merluzzo salato) e la semplicità perfetta del pa amb tomàquet (pane aromatizzato con con pomodori freschi e aglio, poi condito con olio e sale).

9. Tradizioni locali

Le tradizioni catalane sono uniche e affascinanti. Pensa ai castellers che sono (letteralmente) delle torri umane costruite da un gruppo di persone che le formano arrampicandosi l’una sull’altra. Per non parlare delle corse di fuoco, in cui persone vestite da diavoli corrono per le strade principali al ritmo di tamburi, facendo roteare dei forconi infuocati all’estremità.

10. San Jordi

Il 23 aprile è un giorno memorabile in Catalogna. In occasione del giorno del Santo Patrono, le coppie si regalano libri e rose. Le origini di questa pratica sono un po’ misteriose, probabilmente il frutto di un miscuglio di feste diverse. A prescindere dalle origini di questa tradizione, il fatto di ricevere libri in regalo ci rende decisamente grati per questa giornata!

Visita Barcellona con noiVacanze Studio a Barcellona

Vuoi studiare una lingua all'estero? Ordina un catalogo gratuito

Maggiori dettagli