Storie dalle nostre scuole internazionali

Knicks, Yankees o Giants?

Adesso che hai capito come vestirti a New York e cosa mangiare, è necessario entrare nel vivo della cultura americana e conoscerne perfettamente gli sport tipici e più seguiti. Quindi accomodati con una soda in mano, un hot dog caldo nell’altra e preparati ad entrare in un full american mode.

American Football! Il Football Americano è lo sport nazionale degli States e viene seguito dalla maggior parte degli americani. Durante una partita si può ammirare una scarica di energia pervadere tutto il campo, in cui ci sono 11 giocatori per ogni squadra e ognuno di essi ha, solitamente, una corporatura molto grossa data la grande presenza di contatto fisico durante il gioco. I giocatori devono essere muniti di protezioni in tutto il corpo per proteggersi dagli avversari! Ruolo centrale di questo gioco è quello del quarterback, che con i suoi lanci smarcanti passa la palla ai compagni, diretti a fare meta (touchdown).

Le origini di questo sport risalgono allo stesso anno dell’Unità d’Italia: il 1861, quando venne per la prima volta sperimentato tra le squadre universitarie di Boston. Il Footbal venne proclamato sport nazionale negli anni ’70 quando divenne lo sport più diffuso in tutto il Nord-America.

Baseball! Il Baseball viene considerato lo “sport nazionale estivo” degli Stati Uniti. Le squadre sono composte da 9 giocatori ciascuna, il loro obiettivo è colpire la palla che viene lanciata dal battitore, correre tutto in torno al campo passando per le 3 basi e tornare a quella di partenza, non necessariamente in un solo turno ma senza essere presi dagli avversari. Ogni tempo viene chiamato inning, il quale termina quando tre giocatori sono stati eliminati.

Il gioco risale a circa il XVIII Secolo ed è stato giocato per la prima volta dai newyorchesi nel New Jersey. Tipicamente igiocatori di baseball indossano il cappellino con la visiera della propria squadra quando battono e un elmo quando invece devono correre per evitare contrasti con gli avversari ma anche per non prendere la palla del battitore in piena faccia!

Basketball! Il basket è comparso per la prima volta negli Stati Uniti nel 1891, inventato da un professore canadese per tenere i suoi studenti occupati durante i rigidi inverni del New England. Tutto ha avuto inizio quando il professore ha appeso due cestini ai muri opposti della palestra, da qui anche il nome “basket” e “ball”, palla nel cesto.

Al giorno d’oggi la pallacanestro è lo sport al chiuso più visto e giocato al mondo e i suoi giocatori, oltre ad essere i più alti, sono anche i più pagati! Le regole internazionali del basket prevedono 10 giocatori in campo per ogni squadra, al contrario di come viene giocato nella NBA dove i giocatori sono 12. Lo scopo del gioco è chiaramente fare canestro non perdendo il possesso di palla, che va portata al canestro tramite passaggi tra compagni e palleggi. Sport tanto affascinante quanto talvolta brutale per il contatto fisico tra i giocatori, i falli sono all’ordine del giorno in questo gioco.

Non bisogna dimenticare che una parte fondamentale dello sport è il tifo e le persone più attive in questa attività sono certamente le Cheerleader! Ad EF Academy New York, le nostre cheerleader sostengono gli STORM!

Condividi questo articolo