Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

Intervista con Maria Chiara, stagista Global Intern 2012

Intervista con Maria Chiara, stagista Global Intern 2012

 

Originaria di Padova, Maria ama leggere libri di cucina ed aspira a diventare interior designer e benchè all’inizio un pò timida si rivela subito cordiale, simpatica e loquace. La incontriamo a Milano, dove vive e lavora come produttrice televisiva per un’agenzia di pubblicità ed anche se la sua agenda è affollata di impegni, Maria ha gentilmente trovato il tempo per condividere con noi la sua esperienza di Global Intern.

D: Sono passati un po’ di anni dalla fine della tua esperienza come Global Intern, puoi dirci cosa ti è piaciuto maggiormente di questa esperienza?

R: Innanzitutto gli amici e le persone che ho incontrato durante il viaggio: ho lasciato una parte del mio cuore in ogni posto del mondo dove sono stata. Adoro avere così tanti amici internazionali, perchè è come avere mille menti e duemila occhi che allo stesso tempo pensano e vedono in modi diversi e complementari.

D: Qual è il momento più memorabile che hai vissuto come Global Intern?

R: Porto sempre con me il ricordo di un tramonto sulla spiaggia di Santa Barbara. Ero con Ayu e Mariana, due fantastici compagni di viaggio, e mentre filmavo ho chiesto loro di girarsi verso il mare ad ammirare il tramonto. Ed allora, spontaneamente hanno iniziato a dire cose divertenti che naturalmente ho registrato. Era una situazione semplice, ma allo stesso tempo carica di emozioni.

D: Quali competenze hai acquisito durante lo stage?

R: Ho imparato il significato della parola “condivisione”: dalla scelta di dove cenare insieme, alla decisione degli obiettivi del team di lavoro e delle modalità per realizzarli. Ho dovuto anche superare la mia timidezza, diventare più sicura, imparare a relazionarmi con estranei, oltre a mettere me stessa da parte ed accettare le opinioni altrui. Ma soprattutto, ho imparato a sperimentare qualsiasi cosa senza paura.

D: Adesso sei una produttrice televisiva a Milano. Pensi che questo stage ti abbia aiutato con questo lavoro?

R: Si, soprattutto grazie alle competenze che ho acquisito. E di queste, due sono particolarmente importanti per il lavoro: il coraggio e la capacità di saper lavorare in team. Questo stage mi ha davvero aiutato a portare queste competenze al livello successivo.

D: Se avessi l’opportunità, rifaresti questa esperienza? Perchè?

R: La risposta è si! E la raccomanderei a tutti per la stessa ragione: non vorrei sembrare ripetitiva, ma è un’esperienza unica ed entusiasmante, in cui non solo si ha l’occasione di viaggiare ma anche di lavorare! E come direbbe la mia amica Mariana: “Who doesn’t wanna do that?” (Chi non vorrebbe farlo?).

Vuoi fare anche tu un'esperienza di stage all'estero?Maggiori dettagli

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Carriera