Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

10 motivi per prendersi un gap year adesso

10 motivi per prendersi un gap year adesso

GAP YEAR (GÆP JɪR)

sostantivo

  1. Un modo grandioso per avere successo nella vita
  2. Un periodo –spesso prima, durante o dopo l’università – in cui una persona prende del tempo per sè allo scopo di viaggiare il mondo, imparare le lingue, lavorare, dedicarsi al volontariato o ad un’intership.

Un Gap Year è il regalo che non smette mai di darvi qualcosa e vi renderà persone migliori. Ecco 10 ragioni per decidere di trascorrerne uno:

1. Migliorare il rendimento accademico

Anche se non si tratta di una classifica delle ragioni alla base di un gap year, questa è facilmente preferibile: prendersi un gap year può migliorare il rendimento accademico. Si potrebbe pensare che viaggiare per il mondo per alcuni mesi ridurrà la vostra preparazione scolastica, ma non c’è nulla di più sbagliato – gli studenti che hanno trascorso un anno all’estero hanno al contrario migliorato i propri voti. Prendersi una pausa, trovare la propria strada e tornare la scuola rinvigoriti, concentrati e pieni di motivazione può fare meraviglie sul rendimento.

2. Ottenere la piena padronanza della lingua

Conoscere una lingua straniera è una delle caratteristiche più importanti che si possano avere: ti fornirà praticamente dei superpoteri dando uno slancio alle tue capacità, rendendoti più appetibile sul mercato del lavoro e aumentando la tua autostima. Ovviamente potresti imparare una lingua semplicemente a scuola, ma perché non viverla in diretta? Immergersi in una nuova cultura e parlare un’altra lingua 24 ore al giorno per tutti i giorni, socializzando al contempo con gli abitanti del posto e viaggiare per il mondo, sono un modo sicuro per riuscire a padroneggiare la lingua e beneficiare di tutti i vantaggi che il bilinguismo e lo studio all’estero possono offrire.

3. Aumentare la soddisfazione nel lavoro

Gli studenti che hanno trascorso un anno all’estero riportano maggiore soddisfazione nel lavoro. Questo potrebbe non essere la prima priorità per uno studente che inizia l’università, ma si tratta di un argomento molto importante: una volta che sarete entrati nel mondo del lavoro, questo sarà il posto in cui trascorrerete la maggior parte del vostro tempo, perciò avere una carriera e un lavoro che vi rendano felici – anche di lunedì – renderà la vostra vita molto più piena di significato. Prendersi del tempo di qualità per capire quale carriera sia in sintonia con le proprie abilità, passioni e predisposizioni naturali e poi sviluppare queste ultime con l’esperienza e la formazione, ha una grande importanza e in futuro potrebbe fare la differenza nella vita.

4. Diventare cittadino del mondo

Viviamo in una realtà con forti interconnessioni ed è possibile che vi ritroverete a lavorare con persone appartenenti a culture diverse. Esserne consapevole ed accettare che in altre culture le cose funzionino in modo diverso è incredibilmente importante e rappresenta una caratteristica che si acquisisce al meglio esplorando Paesi stranieri. Trascorrere all’estero un gap year vi aiuterà a capire quanto le persone siano diverse tra loro, vi renderà più consapevoli del vostro posto in questo mondo evi darà una nuova prospettiva sulla cultura, la lingua e le persone. Gli studenti che trascorrono un Gap Year sanno che cosa significhi essere un cittadino globale – e hanno l’esperienza per confermarlo.

5. Acquisire maggiore consapevolezza finanziaria

Ecco un termine che fa colpo su genitori e datori di lavoro: consapevolezza finanziaria. Sai come puoi acquisire questa competenza? Un Gap Year. Ritrovrsi a dover gestire un budget per un periodo di sei mesi viaggiando nel mondo, non avrete altra possibilità che diventare specialisti nel prestare attenzione alle spese, impiegare il denaro nel modo giusto e allocarlo fra molteplici attività. Sapere come gestire il denaro e i budget rende molto più facile comportarsi da adulti – ed è un’abilità cruciale, perfezionare la quale diventa molto più divertente se lo si fa mentre si esplora il mondo.

6. Coltivare inestimabili competenze trasversali

Comunicazione interculturale, capacità di problem solving, capacità di adattamento: avrete la possibilità di sviluppare queste competenze durante il gap year. Le abilità delle persone e l’intelligenza emotiva sono elementi rilevanti quando si tratta di trovare un lavoro: fanno un grande effetto su un curriculum, perciò quante più se ne hanno tanto più si spicca fra gli altri. Trascorrere un gap year vi darà anche esperienza di vita internazionale che vi farà comodo quandovi troverete a fare domanda per l’università o per un lavoro dopo la laurea.

7. Diventare più competitivi sul mercato del lavoro

Alcune persone sono preoccupate che uno stop nel loro curriculum possa rendere il loro profilo lavorativo meno interessante: al contrario, cari amici. Tutto sta nel modo in cui si impiega questa pausa: dodici mesi dedicati al volontariato negli Stati Uniti o ad uno stage in azienda a Barcellona, diventando nel frattempo molto bravi in inglese o spagnolo, e avendo così sviluppato una pluralità di competenze trasversali faranno risaltare il vostro curriculum e saranno un ottimo modo per rompere il ghiaccio in tutti i colloqui di lavoro che affronterete.

8. Evitare il sovraffaticamento da troppo studio

A seconda della vostra età, andate a scuola da quando avete memoria. È ora di staccare: il sovraffaticamento accademico è un dato di fatto, in quanto gli studenti sopportano un’enorme pressione per scegliere la propria carriera e mantenere buoni risultati in classe e nella vita. Molti college ed università sono consapevoli del pericolo di esaurimento ed incoraggiano i propri studenti a prendersi del tempo per scoprire che cosa desiderano fare, acquisire determinate capacità che li aiuteranno nella scuola e nel lavoro e, ultimo ma non ultimo, prendersi del tempo in cui voti e scadenze non contano nulla. E questo è solo l’inizio delle buone notizie: il 90% degli studenti che trascorrono un gap yea torna a scuola e lo fa con maggiore motivazione ed entusiasmo.

9. Esplorare il mondo e trovare il proprio posto

Può essere difficile individuare una specializzazione, intraprendere una carriera e diventare un adulto: i vostri 20 anni (o magari 30 anni) sono un periodo in cui cambiano così tante cose nella vita, mentre ci si fa strada in un mondo che si trasforma insieme a voi ad incredibile velocità. Si tratta di una fase della vita in cui ci si ritrova a dover prendere delle decisioni che influenzeranno una grande parte della propria esistenza: prendersi il tempo necessario a scoprire che cosa vi renderà felici per i prossimi 10 o 20 anni può fare la differenza. Un Gap Year può aiutarvi a sperimentare diversi contesti e vi aiuterà a capire o confermare che cosa vorreste (o non vorreste) fare davvero. A condizione che non ci si prenda semplicemente una pausa senza uno scopo preciso, ma ci si assicuri di sapere che cosa si intenda ricavare dal proprio tempo.

10. Vivere il tempo migliore della propria vita

Durante un Gap Year, ci auguriamo, viaggerete, esplorerete e prenderete parte ad avventure, perché questo è un modo meraviglioso per imparare di più su se stessi e sul mondo, diventando dei fantastici supereroi sicuri di sè che hanno successo nella vita: è questo un periodo in cui si formano ricordi indimenticabili e accadono grandi cose; arricchitelo con nuovi amici provenienti da tutto il mondo. Fate quindi in modo di viverne appieno ogni secondo e trascorrete uno dei periodi più belli della vostra vita: è a questo che serve un Gap Year.

Un anno all'estero con EFMaggiori informazioni

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Carriera