Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

12 magnifiche tradizioni natalizie nel mondo

12

Ci sono moltissimi motivi per amare il Natale – il cibo, la famiglia, gli amici e mille altre parole che non iniziano necessariamente con la lettera F (“food”, “family” and “friends” in inglese). Ciò che rende la stagione festiva ancora più attraente è il fatto che nel mondo, ogni paese ha sviluppato le proprie tradizioni natalizie.

Ecco le tradizioni natalizie più belle (o più strane) nel mondo:

1. Christmas Chicken (Il pollo di Natale)

Il Natale riguarda principalmente il cibo, e in Giappone, il “cibo” a cui ci riferiamo è associato a tre lettere: KFC. Tutti si riversano in massa nelle catene di fast food americane per mangiare – tira fuori le tue bacchette – “Kurisumasu ni wa kentakkii!” aka “Kentucky per Natale!”. La tradizione di mangiare il “pollo (fritto) natalizio” deriva da una campagna marketing del 1974 – e ad oggi, tutti gli anni KFC registra il più alto volume di vendite proprio il giorno della Vigilia di Natale.

2. Numeri fortunati

Dalla fine del diciannovesimo secolo, la Lotteria Nazionale Spagnola ha distribuito la quantità di denaro più cospicua dell’anno: “El Gordo” o “Il Grasso”. È diventato un evento sociale enorme, solitamente il 22 dicembre, e le persone si ritrovano con dozzine di biglietti della lotteria, sperando ardentemente di essere tra i fortunati vincitori. I numeri della lotteria sono tradizionalmente cantati da un coro di ventidue bambini e tutto il paese in sostanza si ferma nella speranza di ricevere il regalo di Natale di una vita intera.

3. Il Tronco di Natale

Nel caso in cui non fossi un fan degli alberi di Natale, potrebbe forse interessarti un tronco di Natale? In diverse zone della Spagna, i doni sono portati da Tìo de Nadal o Tronco di Natale – un pezzo di legno che è spesso decorato con una faccia e piccole gambe. Questo tronco, tuttavia, non porta solo regali alle famiglie: Tìo de Nadal viene nutrito di notte e si trova a suo agio con la sua copertina. Tenero vero? Beh, la sua tenerezza non finisce qui: il giorno della Vigilia, il tronco è messo sul caminetto dove le famiglie colpiscono il ​​povero ceppo con dei bastoncini finché … uhm … fa la popò sottoforma di regali e caramelle. Sarebbe il momento di menzionare che il Tìo de Nadal ha un soprannome: Caga Tìo, aka tronco che fa la cacca.

4. Scope e moci

In Norvegia, Natale significa nascondere i tuoi moci e le tue scope – non perchè le persone non vogliano pulire, ma perchè i norvegesi sono un po’ superstiziosi e vogliono impedire agli spiriti maligni, che tornano sulla terra quella notte, di rubare le scope e girare per il cielo natalizio con questi oggetti rubati.

5. Ragni natalizi

Che tu ci creda o no, non c’è nulla come i ragni di Natale. In Ucraina, gli alberi di Natale sono decorati con delle ragnatele – non dare di matto, sono ornamenti che assomigliano a ragnatele, che si dice portino fortuna. Il racconto rimanda alla storia di una povera donna che non poteva permettersi decorazioni con cui addobbare il proprio albero. Il mattino seguente, si svegliò e il suo albero era ricoperto di ragnatele che alla luce del sole erano scintillanti e meravigliose.

Altri paesi, come la Polonia o la Germania, credono che trovare un ragno o una ragnatela sull’albero di Natale porti fortuna.

6. La cassetta delle lettere di Babbo Natale

Scommetto che tutti abbiamo scritto una lettera a Babbo Natale – ma sapevi che lui ha davvero un indirizzo? La sua cassetta della posta si trova in Canada, e se gli scrivi prima del 16 dicembre – in più di 30 lingue, incluso il braille – ti risponderà. Indirizza la tua lettera a Babbo Natale, Polo Nord H0H 0H0, Canada. È gratis e non c’è bisogno di alcun francobollo – perchè Babbo Natale è fantastico. E lo è anche il codice postale del Polo Nord.

7. Il sottaceto natalizio

I sottaceti dovrebbero essere la tua decorazione natalizia preferita perchè il loro significato è che ottieni un regalo extra: in molti paesi, una decorazione che ha la forma di un sottaceto è nascosta da qualche parte sull’albero di Natale e la persona che lo trova, otterrà un regalo extra o solo umolta fortuna. Non è chiaro da dove provenga la tradizione, ma finchè otteniamo il regalo extra, direi che possiamo conviverci.

8. Stelle comete

In alcune parti del mondo, come l’Ucraina e la Polonia, il momento giusto per scartare i regali è scritto nelle stelle: il bimbo più piccolo della famiglia deve guardare il cielo notturno e aspettare che compaia la prima stella – questo è il segnale dopo il quale può iniziare l’apertura dei regali. (Nel caso in cui il cielo sia nuvoloso, a quanto pare qualcuno decide qual è il momento giusto.)

9. Christmas Pudding

Il pudding – in tutti i suoi gusti e consistenze – è una popolare delizia di Natale. In Slovacchia e in alcune parti dell’Ucraina, il pudding non solo scalda il cuore, ma può anche prevedere il futuro: l’uomo più anziano della famiglia prende una cucchiaiata di loksa pudding e la lancia sul soffitto. Più pudding vi rimane attaccato, più sarai fortunato. Semplice.

10. Donald Duck

Un’importante tradizione svedese è il “Donald Duck Special” di Natale. Questa serie TV della durata di un’ora, va in onda la Vigilia di Natale alle 15, e tutte le festività ruotano attorno ad essa, così le famiglie possono guardare lo show insieme.

11. Mostri natalizi

Il Natale, in tutta la sua gloria festiva e gioiosa, sembra essere anche il momento in cui i mostri ricordano ai bambini di fare i bravi e di comportarsi bene almeno per un mese dell’anno. Uno dei membri più sorprendenti di questa “Polizia natalizia” è Jólakötturinn, il gatto islandese natalizio. Suona in modo carino, ma esattamente come un certo tronco, non è come sembra: Jólakötturinn mangia i bambini – letteralmente i bambini che non hanno fatto i compiti e, che quindi, non hanno ricevuto nuovi vestiti per Natale. Meowry Christmas!

12. Pattinare

Il premio per il mezzo di trasporto natalizio più cool va alla capitale del Venezuela: Caracas: lì, la gente non va solo a piedi alla messa natalizia, ma ci va sui pattini a rotelle. Alcune parti della città sono addirittura chiuse, in modo che la gente possa andare in chiesa sui pattini in sicurezza.

Tags: Cultura, Natale
Scopri il mondo imparando una linguaScopri di più

Vuoi studiare una lingua all'estero? Ordina un catalogo gratuito

Maggiori dettagli