Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

Perché imparare una lingua è difficile e come renderlo più facile

Perché

Se stai imparando una nuova lingua e ti senti in difficoltà, respira: non sei da solo. È risaputo che gli adulti trovino l’imparare una lingua straniera molto più difficile rispetto ai bambini, le cui menti super flessibili sviluppano velocemente le connessioni necessarie per imparare una nuova lingua.

Ma perché è così difficile imparare una lingua straniera? Semplice: è difficile perché richiede uno sforzo mentale (il cervello deve costruire nuove strutture cognitive) e richiede tempo (è necessaria una costante e continua pratica). Ma c’è molto di più.

In questo articolo esporremo i 3 fattori che maggiormente rendono difficile imparare una lingua e ti daremo 6 consigli per rendere il processo molto più semplice, per darti una spinta verso il prossimo passo dell’apprendimento di una lingua!

La mente stessa

Ti sei mai chiesto perché per alcune persone è facilissimo imparare lo Spagnolo e altre riescono appena a dire “Hola”? Bene, c’è una ricerca che suggerisce che il particolare meccanismo del nostro cervello può predeterminare il successo di una lingua. In uno studio condotto alla McGill University, le menti dei partecipanti sono state scannerizzate prima e dopo aver svolto un corso intensivo di Francese di 12 settimane. I ricercatori hanno scoperto che nei cervelli dei partecipanti meglio performanti erano presenti connessioni più forti tra i centri che coinvolgono parlare e leggere.

Se questo da un lato potrebbe indicare che alcune persone sono semplicemente cognitivamente meglio equipaggiate per l’apprendimento della lingua, dall’altro non significa che nessuno dovrebbe provare (e sì, ci sono davvero tanti vantaggi ad essere bilingue)!

Come impariamo

Fare delle lezioni serali dopo il lavoro, studiare all’estero, usare delle applicazioni, parlare con un partner straniero, lavorare oltreoceano, fare un corso di lingua intensivo -ci sono molti modi di imparare una lingua. In ogni caso, è chiaro che poiché gli adulti devono, e lo sai bene, essere adulti, semplicemente non possono imparare “implicitamente” come fanno i bambini piccoli, stando tutto il giorno insieme ad una persona madre lingua. Sfortunatamente, le nostre menti da adulti sono più sofisticate e rendono l’apprendimento più complicato.

Come adulti, tendiamo ad imparare accumulando tanti vocaboli, ma spesso non sappiamo come ogni elemento interagisca per formare la lingua grammaticalmente corretta. Una ricerca del MIT suggerisce anche che la tendenza che hanno gli adulti di analizzare eccessivamente le cose ostacola la loro capacità di cogliere le sfumature più sottili di una lingua straniera e che uno sforzo sempre maggiore non necessariamente porterà a risultati migliori.

Katie Nielson di Voxy dà la colpa di ciò all’idea del “linguaggio come oggetto”. “ Durante le lezioni di storia a scuola, inizi a studiare cronologicamente e memorizzi i nell’ordine in cui le cose sono accadute. Questo però non è il modo in cui impariamo una lingua”, commenta Katie. ”Non puoi memorizzare un po’ di parole e di regole ed aspettarti di parlare la lingua. Quello che ottieni in questo modo è una conoscenza della ‘lingua come oggetto’. Puoi descrivere il linguaggio, ma non puoi usarlo”.

È meglio, lei dice, considerare il processo come “apprendimento di una competenza come processo” (qualcosa che fai) piuttosto che “apprendimento di una competenza come oggetto” (qualcosa che conosci). Il rimedio? Dimenticati della perfezione. Diventa disordinato nel tuo apprendimento: che sia attraverso app, lezioni o viaggi, sii felice di fare errori e accetta il fatto che a volte ti sentirai stupido.

Somiglianze tra lingue

L’essere umano è empatico! Non è semplice imparare una lingua tanto diversa dalla propria (pensa agli inglesi che hanno difficoltà con il coreano, o i thailandesi con l’arabo). A questo proposito, alcuni studi hanno mostrato che queste difficoltà non derivano da un’avversione personale alla sfida, ma piuttosto, a una preferenza neurologica.

Delle ricerche di Psicolinguistica presso il Donders Institute e il Max Planck Institute hanno indicato che i nostri cervelli non sono indifferenti alle somiglianze tra le lingue, e noi tendiamo a riusare la grammatica e le caratteristiche della nostra lingua madre dare senso a strutture simili delle lingue straniere.

La professoressa di psicolinguistica Nuria Sagarra concorda che gli studenti di lingue molto diverse dalle proprie hanno davanti una sfida più grande: “Se la tua lingua madre è molto simile alla lingua straniera (per esempio, la tua lingua madre ha una ricca morfologia e ne stai imparando un’altra con ricca morfologia, cose un Russo che impara lo Spagnolo), le cose saranno più semplici”.

Consigli per rendere più facile il tuo percorso

Imparare una lingua non sarà mai al 100% facile – niente di ciò che ha valore lo è davvero -, ma può sicuramente essere divertente e proficuo. Che cosa puoi fare? Fortunatamente molto!

Conosci te stesso e i tuoi obiettivi

Perché imparare una determinata lingua? Per una ragione professionale? Per passione? Per comunicare con la famiglia? Con i tuoi obiettivi in mente, cerca in maniera attiva opportunità per imparare quello di cui hai bisogno e non quello di cui non hai bisogno (per esempio, il vocabolario necessario per lavorare è molto diverso da quello che serve se si vuole fare un road trip attraverso il Nord America). Concentrarti sul tuo obiettivo generale di apprendimento ti aiuterà a combattere la stanchezza quando si manifesterà.

Trova la gioia di un bambino

Anche se le nostri menti non sono più flessibili come quelle di un bambino, possiamo essere tanto curiosi quanto loro! Immersione e svago sono le chiavi, e per gli adulti sono eccellenti approcci fare lezioni di vario genere in quella precisa lingua (Cucina francese in Francese o Lezioni di Salsa in Spagnolo) o vivere un corso di lingue all’estero che combini l’apprendimento della lingua con un viaggio e un’immersione culturale.

Due per uno

Conosci già una lingua straniera? Datti un vantaggio scegliendone un’altra relativamente (o molto!) simile (ad esempio portoghese / spagnolo oppure olandese / tedesco o norvegese / svedese / danese). La tua esperienza di apprendimento precedente ti aiuterà a filtrare questa nuova lingua in modo più efficace.

Motivati

“Hai bisogno di motivazione per cercare sempre nuove esperienze di apprendimento delle lingue e la motivazione è stata costantemente associata al successo nell’apprendimento delle lingue”, afferma Angela Grant, della Pennsylvania State University. Trova la tua motivazione comprando immediatamente dei biglietti aerei, quaderni carini per le lezioni, esplorando la città con un partner di scambio linguistico o svolgendo, come fosse un rituale, i tuoi compiti nel tuo posto preferito.

Immergiti

Trovati il più possibile faccia a faccia con nuovi input! Cambia la lingua sui social media, sul computer e sullo smartphone. Scarica film, ascolta musica e podcast; leggi romanzi, saggistica e riviste; guarda documentari e cucina piatti stranieri seguendo le ricette in lingua originale.

Realizza che è disordinato

Ricorda, stai acquisendo una competenza come qualcosa che fai, non una competenza come un oggetto che possiedi: si tratta di un’esperienza. Assapora i momenti buffi, specialmente durante i primi mesi, e non temere il fallimento o l’imbarazzo. Fai pace con il fatto che il tuo accento non è perfetto e che non capirai sempre tutto. Nulla di tutto ciò è importante nel lungo periodo. Ciò che conta è l’impegno!

Impara una lingua con noiScopri di più

Vuoi studiare una lingua all'estero? Ordina un catalogo gratuito

Maggiori dettagli