Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

VI RIVELIAMO IL SEGRETO PIÙ NASCOSTO DI TOKYO

VI RIVELIAMO IL SEGRETO PIÙ NASCOSTO DI TOKYO

Nascosto nel cuore dei grattacieli altissimi, le insegne al neon e i pendolari indaffarati di Shibuya, si trova Nonbei Yokocho. Ci sarei passata accanto senza neanche notarlo se il mio amico, cresciuto a Tokyo, non mi avesse fatto da guida. Dopo aver imboccato una strada anonima, ho realizzato che non stavamo prendendo una scorciatoia, ma camminando nella Tokyo di oltre 50 anni fa.

Lanterne di carta illuminavano la via verso i negozi di yakitori (spiedini di pollo) e piccoli bar. Ci siamo ritrovati con delle pinte di Asahi nel locale preferito del mio amico, quasi saturando la capacità del piccolo locale. Il barista non parlava una singola parola di inglese, ma il mio amico traduceva quello che riteneva importante condividere: che aveva visto suonare Jimi Hendrix e che voleva visitare la Svezia.

La tarda serata si è trasformata in mattina presto prima che ci preoccupassimo dell’ora. Dopo aver detto al barista “arigato” e “sayonara” (“Grazie” e “arrivederci”), abbiamo fatto ritorno alle luci abbaglianti e al ritmo veloce di questa città del 21esimo secolo.

Tokyo_3

Tokyo_2

Nella mia ultima sera a Tokyo sono tornata a Nonbey Yokocho. La prima volta che ero stata qui non avevo pensato di fare delle foto e non volevo quindi partire senza prima scattarne qualcuna.

Ho trascorso un po’ di tempo camminando su e giù per la strada, incrociando sul mio percorso teenagers, uomini d’affari e personale dei ristoranti in pausa sigaretta. Eravamo tutti di origini e culture diverse, ma incrociandoci, ci sorridevamo e salutavamo con cenni del capo. Loro sapevano che ero stata messa a parte del segreto ed erano felici che fossi lì. E tutti speravamo che tornassi.

 

Studiare giapponese a TokyoMaggiori informazioni

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal