Il passato irreale

In inglese talvolta si usa il passato irreale per riferirsi a una situazione irreale. In questi casi, sebbene il verbo sia al passato, si sta in effetti parlando di qualcosa che non si è mai verificato. Si fa riferimento a una situazione ipotetica che potrebbe verificarsi ora o in qualsiasi momento, ma non si parla del passato. Questi situazioni sono denominate "il passato irreale".

Il passato irreale è usato nei periodi ipotetici e segue parole o espressioni tipo if, supposing, if only, what if; il verbo to wish e l'espressione I'd rather.

Espressioni condizionali

Le espressioni if, supposing, if only, what if possono essere usate per introdurre delle situazioni ipotetiche e sono seguite da proposizioni al simple past per indicare che la condizione che introducono è immaginaria.

Esempi
  • Supposing an elephant and a mouse fell in love.
  • What if we painted the room yellow?
  • If you went to the movies, I would babysit.
  • If only I had more money, I could go to the movies too.

Queste espressioni possono inoltre introdurre situazioni ipotetiche passate, in qual caso sono seguite da proposizioni al past perfect.

Esempi
  • If only I hadn't kissed the frog.
  • What if the elephant had stepped on my phone?
  • Supposing I had given that man my money.

Desideri irrealizzabili

Il verbo to wish è usato con il passato irreale per parlare di situazioni presenti di cui non si è contenti, ma che non possono essere modificate.

Esempi
  • I wish I had more money.
  • She wishes she was beautiful.
  • We wish we could come to your party.

Se si vuole parlare di situazioni passate di cui non si è contenti o di cui ci si pente, si usa il verbo to wish seguito dal past perfect.

Esempi
  • I wish I hadn't said that.
  • He wishes he hadn't bought the car.
  • I wish I had taken that job in New York.

Quando si vuole parlare di situazioni di cui non si è contenti e per le quali è necessario l'intervento di qualcuno per cambiarle, si usa il verbo to wish seguito da would + infinito.

Esempi
  • I wish he would stop smoking.
  • I wish you would go away.
  • I wish you wouldn't squeeze the toothpaste from the middle!

Preferenze con "I'd rather" e "It's time"

Le espressioni I'd ratherit's time sono seguite dal passato irreale. Il verbo è al passato, ma la situazione si svolge nel presente. Quando si desidera che una persona si comportasse in un determinato modo, si usa I'd rather + simple past.

Esempi
  • I'd rather you went.
  • He'd rather you called the police.
  • I'd rather you didn't hunt elephants.

L'accento è molto importante quando si pronunciano queste frasi per far comprendere quello che effettivamente si desidera.

Esempi
  • I'd rather you went. (non io)
  • I'd rather you went. (non restare)
  • He'd rather you called the police. (non io)
  • He'd rather you called the police. (non i pompieri)

Allo stesso modo, quando si vuole dire che è arrivato il buon momento per fare qualcosa, sia per noi stessi che per gli altri, si usa l'espressione it's time + simple past.

Esempi
  • It's time you paid that bill.
  • It's time I went home.
  • Don't you think it's time you had a haircut?