Storie dalle nostre scuole internazionali

Un unico standard educativo è estremamente limitativo

Il percorso di studio che ogni ragazzo intraprende è differente. In passato questo percorso veniva valutato esclusivamente in base al risultato, ossia in base ai voti conseguiti negli esami finali. Recentemente, però, l’attenzione si è spostata sul percorso stesso e su come sia necessario che ogni studente riesca a soddisfare i propri bisogni. Nel 1934 John Dewey defini l’apprendimento come “un processo che dura una vita”, ponendo enfasi su quanto i nostri sensi e le nostre percezioni siano fondamentali per poter vivere nel mondo. Quindi un’educazione che nega questi fattori, come influisce sui singoli individui? E cosa si può fare affinchè i bisogni di ogni studente siano soddisfatti?

Innanzitutto, ci sono sette modalità d’apprendimento:

  • Uditiva
  • Verbale
  • Pratica
  • Visiva
  • Logica
  • Solitaria
  • Sociale

Mentre qualcuno potrebbe imparare meglio in una classe tradizionale, ascoltando la lezione e facendo i compiti da solo, quancun altro potrebbe far fatica nell’acquisire nuove conoscenze senza sperimentare o senza conversare con gli altri. Un sistema educativo che non considera un insieme di modalità didattiche variegate, non permetterà ai suoi studenti di raggiungere il loro massimo potenziale.

Molte scuole utilizzano uno stile didattico standardizzato perchè, sostanzialmente, gli strumenti per creare un sistema più variegato richiedono molto più impegno rispetto a realizzare una semplice presentazione Power Point o a preparare una lezione. Indubbiamente tutto ciò rappresenta una sfida: non è facile aiutare gli studenti in difficolta, stimolando gli altri e nel frattempo mantenendo l’intera classe occupata.

Quali sono le alternative e come possono essere utilizzate concretamente?

Il “metodo Socratico” è solo una delle tante possibilità che possono essere utilizzate. Il metodo prevede l’interazione dell’intera classe con lo scopo di promuovere la cooperazione e il dialogo tra studenti ed insegnanti. Oltre a sviluppare capacità di pensiero critico, di articolazione dei discorsi e abilità oratorie, permette una continua interazione con gli studenti, i quali potrebbero invece rimanere indietro in classi con un’impostazione più tradizionale. Secondo questo metodo, gli studenti, riescono a memorizzare più a lungo le informazioni acquisite durante il processo di apprendimento perchè occupano il ruolo di partecipanti attivi.

La curva di apprendimento

Più di cento anni fa, Hermann Ebbinghaus coniò il termine “curva di apprendimento”, considerando due fattori: memoria e tempo. In breve, la teoria sostiene che durante una lezione se il tasso di assorbimento delle informazioni al primo giorno è pari al 100%, al secondo giorno si registra una perdita del 50-80% di ciò che è stato appreso, fino ad arrivare a trentesimo giorno in cui le nozioni assorbite rimaste corrispondono al 2-3%.

Creare classi incentrate esclusivamente sugli studenti

Per un sistema educativo differenziato è necessario avere classi interamente focalizzate sugli studenti e sul loro apprendimento; ciò è possibile garantendo spazi, strumenti e supporto ad ogni studente. L’insegnamento può comprendere svariati approcci: per quelli che sono maggiormente predisposti all’apprendimento sociale, vengono organizzati gruppi con il fine di risolvere problemi, mentre per coloro che imparano meglio grazie all’esperienza sul campo, è più consigliato approfondire un certo argomento anche fuori dalla classe. Apportando questi accorgimenti ne consegue sicuramente un coinvolgimento maggiore e voti più alti.

Perchè tutto ciò è importante?

Gli studenti che vengono obbligati ad imparare e a memorizzare le informazioni senza effettivamente comprenderle hanno meno possibilità di raggiungere il loro massimo potenziale a scuola e nella vita. Un unico standard educativo è estremamente limitativo e dannoso per gli studenti.

È importante che l’educazione sia per tutti e che ognuno riceva un’educazione completa e bilanciata che permetta di esprimere totalmente il proprio potenziale. Come facciamo a rendere indipendenti gli studenti e ad incoraggiarli ad essere innovativi, curiosi e aperti ad esperienze diverse? Attraverso l’educazione.

 

Vuoi conoscere un ambiente scolastico dove gli studenti hanno davvero voglia di imparare? EF Academy garantisce un sistema educativo che assicura supporto e aiuto ad ogni studente, in modo che nessuno venga lasciato indietro.

Scopri di più sui nostri programmi Visita EF Academy

Condividi questo articolo