Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

10 cose da fare prima di concludere la vita da studente

10 cose da fare prima di concludere la vita da studente

La vita universitaria è un guscio di noce: lezioni, appunti, compiti, esami, presentazioni e ancora esami, il tutto alimentato da infinite tazze di caffè. Anche se probabilmente siete super impegnati tra tecniche di produttività, strategie di studio e consigli per mantenere ricaricate le vostre energie, avete pensato a cosa succede quando arriva il giorno della laurea? Come vorreste sentirvi mentre lanciate il tocco in aria? Quali abilità vorreste aver acquisito?

Concedetevi un po’ di vantaggio con queste 10 cose da fare prima della fine dei vostri giorni da studente. Padroneggiatele e sarete più che pronti per la vita fuori dalle mura dell’università.

1. Iniziate a limitare i pensieri negativi su voi stessi

A volte possiamo essere il nostro peggior nemico. Tutti vogliono il meglio per se stessi, ma sfortunatamente una vocina nella nostra testa continua a farsi sentire. “Ecco, hai rovinato tutto, di nuovo”, “Perché mai dovrebbero prendere proprio te?”, “Tanto non passerai mai” e così via. Imparare a mettere a tacere quella voce, i pensieri negativi su se stessi, è un viaggio che dura una vita. Come primo passo, fate un semplice esercizio: quando notate un pensiero negativo (che riguarda fare qualcosa meno bene di quanto pensavate durante un esame o non essere presi per lo stage che volevate così tanto), riconoscetelo, accettatelo e andate avanti. Guardate il pensiero mentre sparisce, scoppiando come un palloncino, o rinchiuso in una scatola. Con la pratica, i vostri pensieri negativi diminuiranno e vi sentirete molto più sicuri di voi e positivi sulla vita in generale.

2. Dite “si” alle opportunità

Notizia flash: il mondo non è solo il vostro Paese, la vostra città o il vostro quartiere. Fortunatamente per voi, è molto più complicato e interessante di così! Coltivare la curiosità verso le altre culture è forse la cosa più importante in assoluto da fare per imparare qualcosa sul mondo. Nel week-end c’è un festival dedicato al cinema francese o al cibo asiatico? Andateci. Avete visto che dalle vostre parti danno lezioni di capoeira o di danza africana? Iscrivetevi con un amico. Queste esperienze possono portare solo cose positive.

3. Non chiudetevi in voi stessi

E di conseguenza…è facile prendere l’abitudine di dire “Non mi piace…” o “Non sono capace di… “. Ma chi lo sa? Siete ancora in formazione. Magari andrete pazzi per gli scacchi o per il cibo vietnamita. Potreste essere i migliori del corso di kick-boxe o come tutor part-time. Qualunque sia la situazione, iniziate a ignorare la voce nella vostra testa che dice “Assolutamente no”. Invece, date un’opportunità al “Ci provo”.

4. Prendetevi le vostre responsabilità per i vostri errori

Dare la colpa agli altri è facile. Ma serve a qualcosa? Dopo aver puntato il dito contro qualcun altro, vi sentirete meglio per poco tempo. Dopo un po’ vi renderete conto che incolpare gli altri è immaturo. Siete stati bocciati ad un esame? Non è colpa del vostro rumoroso vicino di casa: la prossima volta, andate a studiare in biblioteca o in un bar tranquillo. Avete ferito i sentimenti di un vostro amico? Non fate finta di niente: invitatelo a bere un caffè e scusatevi. Ma fate anche attenzione alla tendenza a crogiolarsi in questi pensieri e non lasciate che diventino quel tipo di pensieri negativi verso se stessi di cui abbiamo parlato prima: riconoscete l’errore, decidete di fare meglio la prossima volta e andate avanti.

5. Fate una lista dei desideri

Cosa vorreste vedere e provare nella vostra unica e meravigiosa vita? Che ne direste di studiare all’estero? Viaggiare attraverso la Spagna, il Canada o il Brasile? Imparare un’altra lingua? Prendervi un anno sabbatico per insegnare l’inglese, fare immersioni o lavorare come babysitter? Scrivete su un foglio le idee che avete in testa. Fare elenchi di cose da fare prima di morire è un’ottima soluzione per visualizzare tutte le possibilità che avete davanti a voi. Ricordate, c’è tantissimo da vivere dopo la laurea. Davvero.

6. Imparate a dipendere meno dai vostri genitori

Anche se i vostri genitori probabilmente vorrebbero farvi da tifoseria e da squadra di salvataggio fino al vostro 70° compleanno, una parte del crescere implica, purtroppo, di cavarsela da soli per risolvere i problemi quando si presentano. Iniziate imparando come gestire i soldi: pagate le bollette come prima cosa e mettete da parte qualcosa ogni mese, in caso di emergenza. Se vivete ancora con i genitori, iniziate a pesare di meno lavando i vostri vestiti, contribuendo a pagare l’affitto (se lavorate) e offrendovi di cucinare un paio di sere a settimana (di nuovo, una grande opportunità per fare pratica con quelle abilità culinarie!).

7.Imparate a cucinare

Imparare a cucinare bene per se stessi dà il calcio di inizio alla vostra indipendenza. Dimenticatevi di ricette complicate e cucina gourmet: i pasti sani e gustosi sono semplici da preparare, come il pollo saltato in padella con le verdure, l’omelette, la pasta al forno o le patate ripiene. Cercate ricette veloci e salutari sui blog di cucina o chiedete a genitori ed amici per farvi dare qualche idea. L’obiettivo? Passare la settimana senza ordinare al take-away o fare affidamento su mamma e papà per un pasto veloce. Il bonus? Essere in grado di cucinare bene è un metodo infallibile per fare colpo su un/a potenziale fidanzato/a.

8. Imparate una nuova lingua

I vantaggi di essere bilingue sono numerosi: migliore memoria, migliore concentrazione, declino cognitivo più lento, stipendio più alto, giusto per nominarne alcuni. Inoltre, immaginate il piacere di ordinare di prenotare in portoghese un corso di sub in Brasile! Se imparare una nuova lingua vi rende nervosi, non fissate come primo obiettivo quello di parlare fluentemente. Piuttosto, buttatevi e prendete delle lezioni, trovate un partner con cui lavorare, leggete libri e riviste in quella lingua o trovate tutor online via Skype. Meglio ancora, andate in scambio e vivete nel Paese dove si parla quella lingua. L’esperienza di vivere la vita quotidiana nella nuova lingua aiuta a rafforzare molto più in fretta il vocabolario, la grammatica e il corretto uso delle frasi. E sarà anche più divertente.

(Se avete già iniziato a imparare un’altra lingua, vedete se siete a buon punto con la fluency con questo post.)

9. Imparate a guidare

Imparare a guidare è un’abilità essenziale sulla strada verso l’indipendenza. Basta pensare a quanto spesso saper guidare vi salverà: trascorrere un fine-settimana via con gli amici, aiutare vostro fratello a trasferirsi, trasportare la spesa, portare un amico all’aeroporto o usare il carpooling per andare al lavoro o a scuola. Se non avete intenzione di comprare una macchina non c’è problema, basta che vi ricordiate che il tempo passato a imparare e guidare non è mai tempo perso.

10. Comprate un biglietto aereo (o due)

Quale modo migliore per festeggiare la fine dell’università di saltare su un aereo verso una nuova destinazione? Volete andare con lo zaino in spalla e spendendo poco nel Sud-Est Asiatico? Vivere e lavorare in Giappone, Inghilterra o Australia? O una classica vacanza a tappe in Europa o un road trip negli Stati Uniti? Qualunque sia il vostro sogno, iniziate a prepararlo prima della laurea: controllate le offerte dei voli, informatevi sui visti e trovate una rete di contatti che vi aiutino se ne avete bisogno. Ma non dimenticate la parte più importante: comprare il biglietto del volo. Questo piccolo passo porterà il vostro viaggio dei sogni dal “Potrei and31

Studiare le lingue all'estero con EFMaggiori informazioni

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Viaggi