Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

10 curiosità sulla Grand Central station di New York

10 curiosità sulla Grand Central station di New York

Pensate che le stazioni dei treni siano noiose? Ripensateci. Il Grand Central Terminal di New York è molto più di una stazione ferroviaria, ha un campo da tennis, lampadari dorati e un cielo pieno di stelle che lo dimostrano.

1. NON PASSANO TRENI

Il “Grand Central Depot” fu costruito nel 1871, diventando poco dopo “Grand Central Station”. Nel 1913, 11 anni dopo che New York aveva vietato tutte le locomotive a vapore, passando ai treni ad elettricità, la stazione fu riaperta e rinominata “Grand Central Terminal”. Come suggerisce il nome è il capolinea e nessun treno la attraversa.

2. MA PASSANO PIÙ DI 750 000 PERSONE

Più di 750 000 persone passano per la stazione ogni singolo giorno e nei giorni di festa di solito questo numero supera il milione. I passeggeri sono per il 55% uomini e per il 45% donne, con un’età media di 41 anni. Ben il 93% di loro sono laureati. In media, ogni ora passano 7 500 persone all’angolo tra la 42a strada e Vanderbilt Ave, rendendolo uno dei punti più trafficati di New York. In aggiunta ai pendolari, 21.6 milioni di turisti provenienti da fuori città visitano il Grand Central Terminal ogni anno.

3. È LA STAZIONE FERROVIARIA PIÙ GRANDE DEL MONDO

Il Grand Central Terminal occupa circa 200 000 m2, ha 44 banchine e 67 binari, su due livelli. È la stazione ferroviaria più grande del mondo per numero di banchine e area occupata.

4. HA UNA GALLERIA ACUSTICA

Nell’atrio principale, Dining Concourse, vicino al famoso Oyster Bar, potete trovare l’iconica galleria acustica: l’entrata ad arco vi permette di sussurrare dolci parole in un angolo e chiunque si trovi all’angolo opposto può sentire tutto forte e chiaro.

5. IL SOFFITTO È CAPOVOLTO

Il soffitto dell’atrio principale mostra un bellissimo affresco che rappresenta il cielo del Mediterraneo in inverno, con ben 2500 stelle. Tuttavia, gran parte dell’affresco è in realtà capovolto e non rappresenta il cielo nel modo in cui lo vediamo quando solleviamo lo sguardo,. ma come da tradizione medievale, lo rappresenta dal punto di vista di Dio. Il piccolo incidente fu causato dalla confusione dei bozzetti e fu notato solo poco dopo l’inaugurazione della stazione, senza che però l’affresco venisse mai corretto.

6. HA 10 LUSSUOSI LAMPADARI

I 10 lampadari nell’ingresso principale (Main Lobby) del Grand Central Terminal sono decorati in oro e ognuno ha 110 lampadine. (Che lusso!)

7. È DECORATA CON GHIANDE E FOGLIE DI QUERCIA

Nel Grand Central Terminal vedrete ovunque grappoli di ghiande e foglie di quercia sopra gli orologi, scolpiti nella roccia e intarsiati sulle plafoniere. La ghianda è il simbolo della famiglia Vanderbilt, che costruì il Grand Central Depot (all’epoca, era l’edificio più grande di New York e il monumento perfetto per simboleggiare il potere dei Vanderbilt).

8. GLI OROLOGI SONO ESTREMAMENTE PREZIOSI

Fuori dall’edificio, guardando verso la 42a Strada, c’è l’orologio in vetro di Tiffany più grande al mondo, che misura circa 4 metri in diametro. Nell’atrio principale, vicino all’emblematico banco informazioni, c’è un altro famoso orologio: le sue 4 facce sono realizzate in opale e, secondo Sotheby’s and Christie’s, vale più di 10 milioni di dollari. In ultimo, ma non per importanza, tutti gli orologi (e quindi anche gli orari di partenza dei treni) nel Grand Central Terminal sono avanti di un minuto esatto, per dare ai passeggeri 60 secondi in più per prendere il treno.

9. HA IL MIGLIOR DEPOSITO PER GLI OGGETTI SMARRITI DEGLI STATI UNITI

L’ufficio per gli oggetti smarriti del Trasporto Pubblico della città di New York al Grand Central Terminal raccoglie e registra più di 50 000 oggetti ogni anno e ne restituisce circa il 60%, rendendolo il più famoso degli Stati Uniti. Qui arrivano principalmente portafogli, occhiali o telefoni, ma anche oggetti più curiosi, come un coniglio di peluche, la protesi di una gamba, il paraurti di un’auto e una tuba.

10 …E UN CAMPO DA TENNIS (E SI CAPISCE!)

Al Grand Central Terminal potete anche fare una partita a tennis mentre aspettate il treno. Il Vanderbilt Tennis Club si nasconde al quarto piano ed è aperto al pubblico (o a chiunque sia disposto a pagare tra i 90 e i 260 dollari l’ora, a seconda dell’orario e del giorno della settimana).

 

Corsi di inglese a New YorkMaggiori informazioni

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Viaggi