Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

5 CONSIGLI PER PREPARARE IL BAGAGLIO A MANO

5 CONSIGLI PER PREPARARE IL BAGAGLIO A MANO

Mi chiamo Isabelle e sono nota per essere una di quelle che in valigia si porta tutto, ma che in qualche modo dimentica sempre che quando si tratta di fare i bagagli, meno hai e meglio è. Per fortuna sono circondata da esperti preparatori di valigie, che sono qui per evitare che inizi un programma in 12 tappe: grazie ai loro consigli su come preparare il bagaglio a mano perfetto, il “sollevamento valigia” non sarà più per me una forma di esercizio fisico.

SIMON: DOCUMENTATEVI E PIANIFICATE IN ANTICIPO

È essenziale? È di valore? Se la risposta è sì a una o a entrambe, allora va messo nel bagaglio a mano: documenti, soldi, dispositivi elettronici e alcuni indumenti vanno tutti in cabina con me. Se la mia valigia dovesse perdersi, sarei comunque in grado di cavarmela per un giorno o due, solo con il contenuto del bagaglio a mano. Prima di iniziare a preparare le valigie, controllo sempre il regolamento delle compagnie aeree. Le compagnie hanno diversi requisiti per dimensioni, peso e numero di borse che i passeggeri possono trasportare, quindi vale la pena fare qualche ricerca prima della preparazione. Benché i limiti di peso possano dare fastidio, mi costringono a preparare una valigia leggera, cosa che non è mai negativa. Il tipo di borsa che scelgo dipende da che tipo di viaggio ho in programma: per un week-end lungo, il bagaglio a mano è tutto ciò che porto; per soggiorni più lunghi, preparo un robusto e versatile zaino che posso usare per le escursioni, una volta arrivato.

NARAE: MAI SENZA IL MIO KIT DI SOPRAVVIVENZA

Se il volo dura più di 6 ore, in valigia metto sempre auricolari, una maschera per dormire e alcuni medicinali di emergenza come pillole per l’allergia o antidolorifici. Se imbarco una parte del mio bagaglio, metto il “kit di sopravvivenza” nel bagaglio a mano: se la valigia nella stiva si perde o non affronta bene il viaggio, ho bisogno del caricabatteria per il telefono, di biancheria pulita e di un vestito comodo per cambiarmi e sopravvivere un giorno senza il mio bagaglio. Di solito non mi preoccupo del peso del bagaglio a mano e a volte metto apposta cose piccole ma pesanti, come i libri. È (letteralmente) una sofferenza metterlo nella cappelliera, ma è un modo semplice per evitare di pagare un sovrapprezzo per un eccesso di bagaglio. (Voi da me non avete saputo niente del genere.)

CHRISTIE: è TUTTA UNA QUESTIONE DI OGGETTI DI VALORE E COSTUMI

Io metto assolutamente tutti gli oggetti di immediata necessità e quelli di valore nel bagaglio a mano. Se vado direttamente in spiaggia, metto anche il costume, è una di quelle cose che dà fastidio rimpiazzare nel caso in cui la valigia sia riconsegnata in ritardo. Oltre a questo, porto molti indumenti abbinabili per sfruttare al massimo lo spazio della mia borsa. In ultimo, ma non meno importante, lascio sempre dello spazio libero nel bagaglio a mano, nel caso, una volta a destinazione vada a fare shopping.

TOM: SAPPIATEVI CALARE NELLA PARTE

Nel bagaglio a mano porto sempre l’essenziale per la mia routine quotidiana. Non per convenienza, ma nel caso in cui il bagaglio da stiva vada perso o rubato e mi dovessi ritrovare senza un posto dove andare e dover quindi sopravvivere in aeroporto. Posso anche vivere come un senzatetto, ma grazie alla mia acqua di colonia, nessuno se ne accorgerà. Ogni due o tre anni cambio lo stile del mio bagaglio a mano e in questo periodo sto usando una costosa tracolla in pelle di Rowallan. La tracolla si è rotta, quindi la devo portare a mano, ma questo mi rende ancora più credibile come intellettuale. Ho recentemente iniziato ad arrotolare i miei vestiti per farcene stare di più e fino adesso funziona bene. Ovvio, poi la borsa a mano pesa più della mia valigia in stiva e non posso farlo capire all’equipaggio altrimenti me la portano via, ma almeno mi alleno mettendola nella cappelliera.

KAISA: DOMINARE L’ARTE DEL PICKY PACKING

Nel mio bagaglio a mano, troverete sempre una borsa con la cerniera lampo con tutti i miei (mini) cosmetici e, se viaggio con un bagaglio nella stiva, troverete anche un cambio di vestiti e tutti i miei oggetti di valore. La mia scelta per il bagaglio a mano è una piccola valigia con quattro ruote che posso spingere camminando (invece di tirarla), permettendomi di spostarmi più velocemente in aeroporto. Per farci stare tutto, ho perfezionato l’arte del picky packing: metto solo ciò di cui ho davvero bisogno e pianifico in anticipo cosa indosserò. Qualunque cosa mettiate in valigia, arrotolatela per evitare un sacco di pieghe e usate buste di plastica o porta abiti per separare le cose. Ricordate di portare un sacco in più per i vestiti da lavare (non vorrete che si mescolino con il resto dei vostri averi) e lasciate sempre un po’ di spazio per lo shopping: sarà improbabile tornare da un viaggio in un’altra città senza qualcosa di nuovo per il vostro armadio.

 

 

Viaggia e scopri il mondo con noiMaggiori informazioni

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Viaggi