Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

Come migliorare il tuo inglese scritto: 7 consigli

Come

Comprare un biglietto del bus, andare dal dottore, cercare un appartamento, o soltanto aprire la bocca per avere una normale conversazione – la maggior parte di quelli che studiano inglese non vedono l’ora di parlare; alla fine, si impara l’inglese per comunicare.

Ma non dimenticare che imparare l’inglese significa anche lavorare su un altro aspetto fondamentale della comunicazione: la scrittura. Anche nell’era di Snapchat e Instagram. Per aiutarti, abbiamo messo insieme sette formidabili consigli per migliorare il tuo inglese scritto.

1. Leggi molto

Hai dei déjà vu? Non sei il solo. “Leggi di più” è così spesso consigliato per migliorare l’inglese perchè funziona! Leggere ti permette di acquisire nuovo vocabolario, interessanti parole e bellissime frasi che puoi utilizzare nei tuoi scritti. Non preoccuparti riguardo a ciò che “dovresti” leggere. L’importante è leggere molto e spesso. Romanzi, non fiction, blog, nuovi articoli, magazines – se è scritto (e ben scritto), leggilo!

2. Evita queste parole

Per portare la tua scrittura al livello successivo, elimina questi vocaboli banali dal tuo lavoro: very, really, quite, good, got, stuff, e things. Potresti chiederti come l’eliminazione di solo un paio di parole potrebbe aiutare così tanto il tuo modo di scrivere. Ebbene, il fatto è che sono parole inutili. Non comunicano in modo efficace e senza, il tuo testo avrà lo stesso significato e sarà molto più scorrevole.

Consiglio bonus: Sostituisci “very/really + aggettivo” con un aggettivo più estremo. Very hungry diventa ravenous. “To run really fast” diventa “to sprint”. “Really dirty” diventa “filthy”. Ci sono centinaia di aggettivi che si possono usare quando si scrive.

3. Usa un dizionario dei sinonimi

Dopo aver rimosso le parole inutili dai tuoi testi, arriva il momento di scegliere sostituzioni adatte. Qui è dove il tuo nuovo migliore amico, il dizionario dei sinonimi, entra in gioco. Utilizzalo per cambiare le parole che usi troppo spesso con alternative più interessanti, adatte al contesto o avanzate. (Per esempio: cloth > fabric; money > cash; change > alter; happy > glad; decorate > embellish; improve > enhance.) Evitare parole comuni o da principianti personalizza il tuo testo e lo rende più sofisticato. Però, stai attento a non strafare! Il tuo testo deve poter essere letto in modo naturale e avere un senso per il tuo pubblico (vedi il punto 5).

4. Usa e presta attenzione alle collocations

Le collocations sono parole che tendenzialmente vanno insieme anche se altre combinazioni di parole sono grammaticalmente corrette. Pensa alla collocation inglese “heavy rain”. Grammaticalmente, potresti usare “strong rain” – ma suona male alle orecchie degli esperti. Altre collocations sono “weak tea” (non feeble tea), excruciating pain (non excruciating joy), tall trees (non high trees), buy time (non purchase time), e fast cars (non quick cars) tra le varie che esistono.

Se prendi familiarità con le collocation tipiche, i tuoi testi possono suonare più naturali.

Per aumentare la tua conoscenza delle collocations, inizia con una parola base – come make, do, get, break, tell e cerca delle collocations ad esse associate. Potresti anche iniziare con un tipo di collocation e memorizzare diversi esempi. Alcuni tipi sono:

  • Avverbio + aggettivo (completely satisfied, widely available, bitterly disappointed)
  • Aggettivo + nome (strong coffee, heavy traffic, severe weather)
  • Verbo + nome (commit suicide, do your homework, make amends)
  • Nome + nome (a surge of anger, liquor licence, panic attack)

5. Conosci il tuo pubblico

Quando scrivi, è molto importante scrivere per il tuo pubblico. Pensaci: usi un tono diverso quando scrivi il tuo CV rispetto a quando scrivi una tesi universitaria o un articolo per il tuo blog personale. Essenzialmente, la differenza sta nel tuo tono e nella tua scelta del lessico. Quindi prima di scrivere, considera:

Il tuo testo è più formale, come lettere motivazionali per l’università, applications per un lavoro o una tesi?

  • Questi testi solitamente sono complessi, con lunghe frasi e punti molto più approfonditi
  • Meno emozionali e non finalizzati a commuovere il lettore
  • Normalmente scritti con forme non contratte (can not, would not have, television)

D’altro canto, potresti dover scrivere qualcosa di informale, come il post di un blog, una lettera personale o un copy. In questi casi:

  • Puoi usare un linguaggio più semplice, frasi più brevi per scandire bene le tue idee
  • Puoi includere contrazioni e abbreviazioni (come can’t, wouldn’t have, TV)
  • Puoi usare un linguaggio colloquiale e scrivere come se stessi parlando direttamente al lettore (includendo termini slang, figure retoriche, incisi e pronomi personali (I, you, my, your..)
  • Puoi sperimentare con l’empatia e l’emozione

6. Prediligi l’attivo rispetto al passivo

Per testi più chiari e coincisi, generalmente è meglio usare la voce attiva rispetto a quella passiva. Ad esempio: “The shark bit the surfer” (Lo squalo ha morso il surfista) è più chiara e in un certo senso più evocativa rispetto a “The surfer was bitten by the shark” (Il surfista è stato morso dallo squalo).

Mentre ci sono sempre buone ragioni per usare la voce passiva – come quando si parla in modo autoritario (“Children are not allowed to swim without an adulti”, I bambini non sono autorizzati a nuotare senza un adulto) o in modo diplomatico evitando il soggetto (“The cause of the confusion was unknown”, La causa della confusione era ignota), dovresti evitare di usarla eccessivamente.

7. Non scrivere a vuoto

È molto difficile imparare da soli – quindi sii coraggioso e chiedi feedback sui tuoi testi. Bravi correttori sono madrelingua con un interesse per la scrittura e per la lingua, o non nativi che parlano ad un livello avanzato. Dopo che il tuo correttore ha controllato il tuo lavoro, sfrutta i loro consigli e chiedi un controllo finale prima di inviare o pubblicare il tuo scritto.

Scopri i corsi di inglese di EFScopri di più

Vuoi studiare una lingua all'estero? Ordina un catalogo gratuito

Maggiori dettagli