Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

La Festa della Donna in giro per il mondo

La Festa della Donna in giro per il mondo

L’8 Marzo è la Giornata Internazionale della Donna! Premesso che la donna debba essere rispettata e “celebrata” 365 giorni all’anno, è bello sapere che esiste una particolare ricorrenza in cui possiamo sentirci un po’ viziate e coccolate e che tutti gli sforzi fatti dalle nostre antenate siano serviti a qualcosa.

Ovviamente ogni paese ha il proprio modo di festeggiare e le proprie tradizioni, ma prima di tutto bisogna porsi una domanda: quando è nata la festa della donna e perché?

Origini

In molti pensano che sia nata nel 1908 per ricordare le operaie morte nell’incendio di una fabbrica di camicie a New York, ma in realtà non è così.

Essa ha origine il 28 Febbraio 1909, quando negli Stati Uniti, il Partito Socialista organizzò una grande manifestazione in favore del diritto di voto femminile. Tutto ciò portò ad una serie di manifestazioni che culminarono il 22 Novembre quando scioperarono, per quasi un mese, più di 20000 lavoratrici del settore tessile a New York.

Come mai l’8 Marzo allora? Entra in gioco un altro paese: la Russia. L’8 Marzo del 1917 le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per rivendicare la fine della guerra. In seguito, le delegate della Seconda Conferenza Internazionale delle donne comuniste a Mosca scelsero l’8 marzo come data in cui istituire la Giornata Internazionale dell’Operaia, data ufficializzata nel 1977 anche dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Vediamo ora alcune delle tradizioni più originali e curiose in giro per il mondo proprio in occasione di questa festa speciale:

Italia

L’8 Marzo di ogni anno l’Italia si colora di giallo e ogni donna viene ricoperta di mazzi di mimose, che vengono venduti in ogni angolo della strada. Perché proprio la mimosa?

Beh perché ha un tempismo perfetto! Fiorisce, infatti, durante i primi giorni di Marzo; inoltre, quando si festeggiò per la prima volta in Italia la festa della donna nel 1946, il fiore era economico e facile da trovare, motivo per cui fu proposto da tre membri dell’Unione Donne Italiane come simbolo della ricorrenza. Questo fiore però ha anche un significato più profondo: c’era già infatti l’usanza di regalarsi un rametto di mimosa tra donne per rappresentare la solidarietà verso chi lottava per ottenere i diritti di cui noi godiamo adesso.

Russia

In Russia la festa della donna è chiamata anche “La festa di primavera” e si festeggia spesso in famiglia o facendo visita agli amici. Inoltre, c’è una particolare tradizione legata a questo giorno speciale: la donna deve essere trattata e coccolata come una vera e propria regina, infatti, è l’uomo che si deve occupare delle faccende domestiche, dei figli e della cucina, permettendo a mogli e madri di godersi una giornata di sano riposo. A ogni donna vengono regalati dei fiori, non solo da amici e parenti, ma anche da colleghi e datori di lavoro, in quanto, la festa viene celebrata anche nei vari uffici. Inoltre, gli uomini non sono gli unici a fare dei regali: anche tra donne, infatti, ci si scambiano mazzi di fiori o cioccolatini.

Romania

In Romania l’8 Marzo più che essere la festa della donna è vista come la festa della mamma e dell’arrivo della primavera. Le ragazze più giovani, anche se non sono madri, amano farsi regalare il “martisor”: un piccolo anellino di filo bianco e rosso, indossato poi sulla giacca, motivo di vanto. Questo particolare oggetto è simbolo di amore e un augurio alla felicità. Solo di recente le donne stanno vedendo questa data come una festa dedicata al loro essere donna, più che all’essere mamma; è infatti usanza uscire con le proprie amiche donne e festeggiare.

Stati Uniti

Negli Stati Uniti, il mese di Marzo è il “Women’s History Month”, quindi è interamente dedicato alla storie delle donne e alle loro battaglie nel corso degli anni per ottenere la parità dei diritti.

Nel Febbraio del 1980, il Presidente Jimmy Carter ha dichiarato, inoltre, la settimana dell’8 marzo come la “National Women’s History Week”, supportata anche dai consigli comunali e dai governatori, che organizzano eventi per sostenere l’empowerment femminile. Ogni anno viene anche rilasciata una dichiarazione ufficiale dal Presidente degli Stati Uniti, la Presidential Proclamation, per onorare e riconoscere i risultati delle donne americane nella lotta contro le discriminazioni di genere.

La Festa Della Donna è solo una delle tante tradizioni che differiscono da paese a paese e che sono comprensibili solo quando ti immergi al 100% nella cultura di una nazione. Se anche tu vuoi davvero conoscere a fondo le tradizioni di un paese, la soluzione migliore è conoscerne la lingua e le tradizioni con un soggiorno linguistico all’estero. Potrai conoscere altri studenti provenienti da tutto il mondo e imparare una nuova lingua scoprendo la città dei tuoi sogni.

Scopri il mondo con un soggiorno linguistico all'esteroScopri di più

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal