Le ultime notizie su viaggi, lingue e cultura da EF Education First
Menu

Perché imparare lo spagnolo

Perché imparare lo spagnolo

Grazie ai memes, al cibo e al reggaeton che ormai spopola, probabilmente già conoscerai molte parole di Spagnolo.

Hai mai pensato di fare una siesta, prima di andare a mangiare tapas e mojitos a una fiesta? Scommetto di si!

Ma studiare spagnolo è un buon investimento in termini di tempo e denaro? Si! Ci sono molte ragioni per cui vale la pena imparare lo spagnolo.

1. 400 milioni i madrelingua in 20 paesi

Lo Spagnolo è lingua ufficiale o seconda lingua in 20 paesi europei, in Africa e a Nord, Sud e centro America. Proprio così: tralasciando Spagna e America Latina, lo Spagnolo è lingua ufficiale nella Guinea Equatoriale e nel Sahara Occidentale, una minoranza importante è presente anche in Gibilterra, Belize, Andorra e Stati Uniti. Anche se i dati variano, le stime indicano che lo Spagnolo è prima o seconda lingua parlata da circa 45 milioni di persone, e questo la rende una delle lingue più parlate al mondo.

2. Il secondo gruppo più grande di madelingua

Lo Spagnolo è la seconda madrelingua più parlata, seconda solo al Cinese, che conta più di un miliardo di parlanti. Ciononostante, lo Spagnolo è molto più diffuso e quindi incredibilmente utile da apprendere.

3. Facile da imparare …

Si, lo spagnolo ha i generi, 14 tempi verbali, molti verbi irregolari e 2 articoli, ma nonostante questo, è considerata una delle lingue più semplici da imparare e parlare fluentemente.

Esistono delle scorciatoie per imparare lo Spagnolo, in particolare se la tua lingua madre è di origine romanza. Gli studenti che parlano Francese, Italiano e Portoghese, troveranno infinite similitudini con lo Spagnolo. Grazie alle radici Latine, neanche gli Inglesi troveranno difficoltà: Spagnolo e Inglese hanno centinaia di parole imparentate (parole scritte allo stesso modo e con un significato molto simile) come chocolate, capital, flexible, panorama, radio, visual, triple e tropical oppure diario/diary, salario/salary, clásico/classic, insécto/insect, e curioso/curious.

4. ….e da pronunciare

Lo Spagnolo è una lingua fonetica,cioè si pronuncia come si scrive. Naturalmente esistono delle differenze nei dialetti regionali, ma non cambiano troppo i significati delle parole.

Ad esempio, i Latino Americani non usano il suono inglese th, che invece è usato dagli Spagnoli quando pronunciano /z/ o /c/ in parole come cerveza (“thervetha”) e gracias (“grathias”).

In Argentina, le parole che iniziano con /ll/ e /y/ hanno una pronuncia simile all’inglese /sh/

(ad esempio yo “sho”,llegarshegar,” and lluviashuvia”) mentre in Cile le finali della seconda persona vengono pronunciati /ai/ e /i/ come in cómo estái (cómo estás – come stai) e tú querí (tú quieres – tu vuoi).

5. Perfetto per la letteratura…

Quasi tutti gli studenti che tornano da un periodo all’estero, sviluppano una passione per Cervantes o per “Cent’anni di solitudine” di Gabriel García Marquéz – e di certo capiamo il perchè.

Ma esistono altri scrittori spagnoli degni di nota con cui passare una piacevole giornata di poggia.

Scaricatevi sul Kindle tutti i libri di Robert Bolaño, Ildefonso Falcones, Julio Cortázar, Mario Vargas Llosa, Leonora Carrington e Carmen Martín Gaite.

6. …e per gli affari

Lo Spagnolo è importante anche per gli affari. Infatti è lingua ufficiale dell’Unione Europea, delle Nazioni Unite, dell’Organization of American States e dell’Union of South American Nations. Questo permette il fiorire d’investimenti e rapporti d’affari in tutti i continenti.

Negli Sati Uniti, gli Ispanici sono la più grande minoranza e rappresentano per le aziende la percentuale maggiore del potere d’acquisto del paese. Nel Regno Unito invece, è stato dimostrato che una mancanza di abilità linguistiche e in particolare la mancata conoscenza dello Spagnolo,è costato all’economia inglese circa il 3,5% del PIL. Infatti il rapporto del British Council Language for the Future ha identifcato lo Spagnolo come una delle lingue più importanti dopo la Brexit.

7. Stupendo per viaggare e divertirsi

Pensa a tutti i paesi in cui si parla Spagnolo e e a tutte le cose divertenti che potresti fare.

Surf a Playa Tamarindo in Costa Rica, sci sui Pirenei, hiking lungo il Camino de Santiago, oppure visitare alcune delle città più eccitanti come Buenos Aires, Madrid, Barcelona, e Havana. Con lo spagnolo in tasca, è ora d’ iniziare a spuntare la lista delle cose da fare.

Studia spagnolo con EFCorsi di spagnolo all'estero

Condividi questo articolo

Ultimi articoli dal Lingue